Resoconto della riunione del 14 09 2017

A Cura di Mario T.

Ordine del giorno

> Punto sulle iniziative in corso
> organizzazione dei partecipanti corso “Russeau”
> comunicazioni di Generoso su procedure di gestione rifiuti speciali agricoli
> varie ed eventuali 

== Iniziative in corso
Al momento le due iniziative in corso riguardano:
-stazionamento bus borgo Ferrovia
-bagni parco S. Spirito
-Stopbiocidio

BUS
Viene illustrata l’ultima comunicazione ricevuta dal comune tramite mail dall’ Arch. Anna Freda, responsabile del settore traffico e viabilità dell’UTC di Avellino.
L’arch. Freda ci comunica di non avere comunicazione alcuna inerente l’iter procedurale di individuazione dello stazionamento nel piazzale antistante il campo sportivo.
Preso atto di quest’ultimo elemento di conoscenza , possiamo ritenere conclusa l’attività di indagone sulla regolarità/completezza dell’iter , che si è rilevato del tutto assente.
Si prende atto delle recenti dichiarazioni dell’assessore competente , Ing. Preziosi, in materia di spostamento di alcune linee extraurbane da piazza Kennedy a via Pini e delle valutazioni in corso sullo spostamento dello stazionamento di borgo Ferrovia, rispetto alle quali abbiamo già protocollato una nota di richiesta di chiarimento, e si stabilisce di procedere con quest’azione di “fiato sul collo” per la verifica della materiale realizzazione di quanto annunciato da Preziosi.
Parallelamente, si decide di provvedere a avviare una campagna di comunicazione su quanto fino ad oggi da noi appurato, iniziando con dei comunicati stampa. In particolare , si valuta anche di studiare nel dettaglio il problema dei trasporti ad Avellino per capire quali siano le criticità e le eventuali proposte . In sostanza si tratta di programmare un’attività ampia e approfondita su un problema primario della città, da svolgere nei prossimi mesi. La proposta viene valutata positivamente e si decide di iniziare a lavorare anche in questa ottica.

BAGNI
Si richiama brevemente quanto ad oggi fatto in termini di verifica della gestione dei bagni pubblici del parco (attualmente chiusi e non utilizzabili)
Si decide di chiedere a stretto giro un incontro con l’assessore competente, Paola Valentino, e di preparare una richiesta all’ASL per la verifica della sussistenza o meno delle condizioni igienico-sanitarie per la fruibilità del parco da parte dei cittadini.

STOPBIOCIDIO
In relazione a due fatti recenti ( 1 = moria pesci nel Sabato; 2 = ordinanza sindacale del 7/09/2017 in materia di misure per la riduzione dello smog) si valuta la possibilità di riattivare la campagna #stopbiocidio chiedendo all’assessore competente, Ing. Penna, di aggiornarci sullo stato di attuazione della istallazione delle centraline di rilevamento ambientale, di cui ci parlò in un incontro tematico tenutosi nel 2016 e di cui ha parlato in vari articoli di stampa nuovamente in occasione della pubblicazione della citata ordinanza .
Si decide quindi di chiedere all’assessore Penna un nuovo incontro per avere un aggiornamento sullo stato di materiale attuazione dell’iter di attuazione del progetto di istallazione delle centraline

== Corso “Russeau”
Viene discusso nel dettaglio come questo corso è strutturato, quali sono gli obiettivi e gli argomenti delle prime tre giornate di studio. 
Si individuano come partecipanti Maria Pallini e Giovanni Varallo, come sostituto Antonio Oliviero.

== Rifiuti speciali agricoli
Generoso ci informa di un corso da lui frequentato per il patentino necessario per la gestione dei materiali chimici in agricoltura e di quanto da lui appreso nel corso di questa esperienza.
Il problema riguarda le realtà piccole e micro, in particolare gli operatori che non sono registrati come azienda agricola ma che hanno un piccolo appezzamento o un giardino di cui si occupano. Il punto è che anche chi usa mezzo bottiglia di concime per la propria siepe di rose dovrebbe poi sottoscrivere un contratto oneroso con ditte specializzate per la gestione e lo smaltimento della mezza bottiglia vuota.
Durante il corso seguito, Generoso ha raccolto una proposta molto interessante avanzata da un gruppo di agricoltori atripaldesi che ipotizzavano di istituire un’area di conferimento comunale presso la quale i singoli piccoli agricoltori possono andare a conferire i rifiuti da gestire.
Il progetto potrebbe essere riproposto a tutti i comuni dell’area – da Mercogliano a Montefredane, da Summonte ad Aiello ecc – in maniera da una parte di ridurre i quantitativi di materiali inquinante, dall’altra di migliorare la qualità dei prodotti agricoli 
Al momento si tratta di una attività ancora da definire nel dettaglio, l’obiettivo quindi è quello di definire tutta la procedura quanto più dettagliatamente possibile per avere una specie di “pacchetto” di immediata attuabilità da sottoporre ai vari Comuni.

== Varie ed eventuali 
Viene avanzata la proposta di avviare una discussione per l’avvio del processo di formazione di una lista civica, da sottoporre poi allo staff per la certificazione 5 stelle.
Il procedimento deve essere rispettoso dei principi di coinvolgimento e trasparenza, quanto più possibile aperto ai cittadini e basato sulla definizione di un programma integrato e strutturato per la città di Avellino. 

il link per aggiornamenti del meetup Avellino

Capolinea bus spostato vicino alla stazione

Comunicato Stampa.

“Ad un anno dalla decisione dell’assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Avellino di individuare come capolinea dei bus a lunga percorrenza lo spazio antistante la scuola materna ed elementare di Borgo Ferrovia esprimiamo soddisfazione nell’apprendere la notizia che il terminal sarà spostato nello spazio recintato di RFI, accanto alla stazione ferroviaria” – così il gruppo di lavoro del Meet up di Avellino impegnato dell’agosto del 2016 su questa vicenda.

“Finalmente – dichiarano i cittadini attivi – l’amministrazione ha preso in considerazione una proposta di buon senso in occasione della risposta ad una interrogazione prodotta da un consigliere comunale”.

“Ci siamo interessati del terminal a Borgo Ferrovia – continuano agli attivisti – dopo aver ricevuto diverse segnalazioni da parte di cittadini, viaggiatori e non, che lamentavano l’inadeguatezza del luogo prescelto e nell’approfondire il caso ci siamo resi conto che c’erano diverse incongruenze anche procedurali. Ecco perché abbiamo presentato 4 richieste di chiarimento all’amministrazione comunale, rimaste ad oggi inevase. Ed oggi abbiamo inviato un’ulteriore istanza in Comune per rassicurare tutti che continueremo a voler verificare la correttezza amministrativa delle procedure pregresse e, al tempo stesso, monitorare le fasi dello spostamento, come nostra prassi, con richieste di accesso agli atti e controllo dei tempi di attuazione”.

“Per il futuro, sebbene breve – concludono gli attivisti del MeetUp Avellino – ci auguriamo un comportamento da parte di questa amministrazione più reattivo e collaborativo anche perché, e questa è una promessa, la nostra funzione di sentinella del territorio e degli interessi dei cittadini sarà sempre più incalzante”.

Resoconto riunione del 22/05/2017

A cura di Mario T.

La riunione si apre con una lunga discussione sulle recenti attività svolte e sulle difficoltà riscontrate nei rapporti con i portavoce per l’utilizzo del logo M5S.
Si è anche discusso sulle evntuali azioni da intraprendere per risolvere questa criticità.
Riguardo le attività in corso, si è richiamata la questione riguardante la fermata dei bus a borgo Ferrovia ­[ vedi qui per maggiori dettagli ] e la criticità inerente la gestione dei bagni pubblici nel parco S.Spirito.
Al riguardo, infatti, durante varie visite al parco alcuni attivisti hanno notato che i bagni pubblici in prossimità dei campi di pallacanestro sono chiusi , mentre la palazzina accanto al campo di rugby dove si trovano altri bagni viene aperta esclusivamente quando ci sono manifestazioni sportive nel campo adiacente.
Da verifiche informali condotte interrogando il direttore dei lavori di sistemazione del parco, risulta che gli allacci alla fognatura sono stati regolarmente realizzati e l’alimentazione idrica è anch’essa presente. Pertanto , si ipotizza che la chiusura derivi da semplici difetti organizzativi.

Al termine della riunione sono state assunte le seguenti decisioni

1 – stazionamento bus : prendere contatto con i comitati civici che si sono interessati del problema traffico a piazza Macello per valutare azioni comuni
2 – parco S.Spirito : predisporre una lettera con richiesta di informazioni circa le modalità di gestione dei bagni pubblici da inoltrare al Comune e conseguente richiesta di tenere i bagni aperti in prospettiva della stagione estiva.
3 – parco S.Spirito : approfondire lo studio dello stato di fatto rispetto alle previsioni di progetto per quanto riguarda la pavimentazione del parcheggio lato ovest (Vigili Urbani) e delle piste ciclabili
4 – gestione rapporti con portavoce: valutare le modalità di organizzazione di un incontro con i portavoce per fare definitivamente chiarezza sulle procedure.

Il link del Meetup Avellino per aggiornamenti

Resoconto riunione del 14/04/2017

 
A cura di Mario T. :
 
la riunione si è aperta con le comunicazioni da parte di Tiziana delle discussioni di persona e telefoniche avute con Carlo riguardo l’autorizzazione da parte di quest’ultimo per l’uso del logo M5S per i banchetti (e in generale per le attività)

In estrema sintesi, Carlo ci fa sapere che lui autorizza l’uso del logo solo se:
1 – gli argomenti che vengono trattati sono di una certa importanza
2 – viene concordato con lui il tutto in maniera da garantirgli il coordinamento ed eventuale presenza.

Si apre così una discussione molto articolata, cui partecipano tutti i presenti, al termine della quale vengono messi in evidenza i seguenti punti, condivisi da tutti:
> la visione che Carlo del ruolo di portavoce non collima con quella che i partecipanti del meet up hanno
> la rilevanza degli argomenti non può essere decisa da un portavoce al parlamento – a patto che siano problematiche portate sul tappeto nelle riunioni locali, esaminate e riconosciute come meritevoli di attenzione da parte del meet up, oggetto di approfondimenti , studi, verifiche documentali e/o attività di accesso agli atti fino ad arrivare ad evidenziare in maniera chiara e documentata una criticità, la problematica derivate e la/le proposta/e del meet up al riguardo
> in ogni caso, le procedure di richiesta/ottenimento del logo così come prospettate da Carlo possono essere non compatibili con la tempistica , le esigenze e/o le scadenze temporali a livello locale – e se si è lavorato tanto è un peccato poi perdere delle occasioni per dare la giusta visibilità e fare informazione ai cittadini

Si ricorda che la richiesta di logo M5S per i banchetti sul problema autobus nasceva a seguito di quanto discusso nella riunione del 14/03 ­(vedi qui) e seguendo un percorso di assoluta e completa trasparenza tramite mail e PEC (oltre alle discussioni dul meet up ) a fronte delle quali non ci sono stati riscontri se non le discussioni verbali e telefoniche di cui si è detto sopra.

Preso atto di tutto ciò, si conviene che siamo ad un punto di evoluzione e di maturazione del gruppo in cui si può iniziare a lavorare in autonomia, costituendo una associazione culturale ad hoc. Tale soluzione non è sostitutiva del procedimento di richiesta logo M5S ma solo integrativa e di utilità pratica, in modo da avere la massima autonomia per le attività sul territorio e potere comunque utilizzare il logo M5S quando ciò sia possibile

Alla luce di tutto quanto sopra detto, si è deciso di procedere come di seguito
• proseguire come previsto con banchetti nei fine settimana dal 29 apriile in poi;
• verificare se altri portavoce sono disposti ad autorizzarci a usare il logo M5S
• avviare le procedure per la costituzione di una associazione culturale per avere maggiore indipendenza e versatilità

 

#Trasportitour: denunciamo gli sprechi in Irpinia!

Continua il #Trasportitour dei parlamentari del M5S in giro per l’Italia.
questa volta saremo in Irpinia, con l’intento di denunciare gli sprechi e offrire le nostre soluzioni per una mobilità efficiente e sostenibile!

Ecco il calendario della tappa di sabato 15 aprile

Ore 10:00. Ci troveremo alla stazione di scambio bus presso la stazione ferroviaria di Lioni. Una struttura costata 16 milioni di euro e che è ancora abbandonata.

Ore 11:30 Sopralluogo sul Cantiere della Lioni – Grottaminarda, teatro di uno spreco di 500 milioni di euro. È l’unica opera in capo al commissario del terremoto dell’Irpinia del 1980.
Stiamo parlando di 37 anni di commissariamento.
«Vogliamo finire l’opera – dicono i portavoce Michele Dell’Orco e Carlo Sibilia – togliendo la struttura commissariale che costa 100.000 euro all’anno. Abbiamo presentato un emendamento in DL terremoto».

Ore 15:30 funicolare di Montevergine stazione di Mercogliano. Altro mezzo che è stato fondamentale per lo sviluppo turistico della zona ed è inspiegabilmente non funzionante dopo che il governatore campano De Luca nel giugno 2016 era addirittura passato a re-inaugurarla.

Ore 16:30 Autostazione bus AIR in costruzione da 20 anni. «Non siamo mai riusciti a fare un conteggio preciso dello spreco di soldi pubblici sulla struttura», dicono i parlamentari.E a seguire conferenza stampa “Ruote, rotaie. Oltre gli scandali dei trasporti Irpini. Primo esperimento di Car&Bike sharing” ad Atripalda, Avellino, presso una delle due stazioni di car sharing che metteremo a disposizione gratuitamente per l’intera giornata

Durante la conferenza stampa presenteremo i nostri atti parlamentari su queste vicende e i successi ottenuti dal M5S sui trasporti.

Ad esempio, grazie a una interrogazione del Movimento 5 Stelle abbiamo ottenuto l’allacciamento della ferrovia che percorre tutta la zona industriale. Mancavano 10 cm da 18 anni.

E presenteremo un’interpellanza regionale per sollecitare l’utilizzo di fondi quota parte destinata alla Regione Campania del totale dei 12,5 milioni sbloccati dal M5S per realizzare e mettere in sicurezza piste ciclabili, realizzare percorsi pedonali e ciclopedonali, e mettere in atto interventi utili a costruire una mobilità sicura e sostenibile

DALLE 11 alle 19.30 CI SARA’ CAR SHARING E BIKE SHARING GRATUITO OFFERTO DAL M5S AD AVELLINO E ATRIPALDA.

Cliccare su questi form per prenotarsi per il car sharing o il bike sharing.

Quando ci si prenota mettere il nome e scrivere di seguito se si preferisce bike sharing o car sharing.

Per ATRIPALDA https://doodle.com/poll/m5rg9b3yzicrkeue

Per AVELLINO https://doodle.com/poll/78idwduiqbp52ti7

Parteciperanno al tour:
CARLO SIBILIA, Dep. Commissione Finanze – Campania
MICHELE DELL’ORCO, Dep. Commissione Trasporti
TOMMASO MALERBA, Consigliere regionale
FRANCESCO NAZZARO, Candidato sindaco M5S di Atripalda (AV)

 

http://www.movimento5stelle.it/parlamento/trasporticomunicazioni/2017/04/trasportitour-denunciamo-gli-sprechi-in-irpinia.html

Resoconto riunione del 14/03/2017

A cura di : Mario T.

Ad inizio riunione e nell’attesa dell’arrivo di tutti i partecipanti, breve riepilogo delle più recenti attività con particolare riferimento all’incontro con l’associazione “salviamo la valle del Sabato”.

La riunione si apre con l’esposizione da parte di Mario della percezione di un disallineamento e una forte carenza di comunicazione e di operatività tra il meetup di Avellino ed i portavoce M5S sia in Regine che al Parlamento.
Al contrario di quel che accadeva fino più o meno al 2015, da qualche tempo in qua appare sempre più difficile riuscire a trasferire progetto ed istanze a i cittadini eletti nelle istituzioni affinchè le attività sul territorio abbiano seguito a livello istituzionale nelle forme di interrogazioni, interpellanze, OdG, disegni di legge ecc. – forme che, peraltro, fino a quello spartiacque pure venivano poste in essere.
L’analisi è stata condivisa e si è discusso anche come tale problematica sia stata riscontrata in vari episodi e in vari contesti , ed in particolare è stato rilevato come i portavoce in Regione non abbiano saputo metter in piedi alcun canale di comunicazione nonostante numerose richieste e varie sollecitazioni da parte non solo del gruppo di Avellino ma anche di altri Comuni Irpini.
Una volta condivisa tale analisi, si è passato a discutere la linea di azione da adottare per il futuro. La discussione è stata molto approfondita, con molti contributi da parte dei presenti, fino a raggiungere la seguente sintesi:
• il meetup di Avellino ritiene valido il modello di cittadinanza attiva, di partecipazione dal basso e di coinvolgimento diretto dei cittadini nelle istituzioni tramite propri portavoce come proposto nel progetto politico M5S
• il meetup di Avellino ritiene di dovere richiamare i propri portavoce alla propria funzione e seguirne in maniera più attenta e documentata l’attività, questo sia per garantire la funzionalità del modello sia per offrire ai portavoce stessi degli spunti di riflessione, per sostenerne la crescita della consapevolezze e maturità istituzionale e per supportarne l’operato
• sul piano pratico, si propone di gestire tutte le proposte e i progetti nella massima trasparenza e condivisione non solo nella fase di studio e di approfondimento a livello locale, ma anche e sopratutto nella fase di interfaccia e di dialogo con i portavoce nelle istituzioni dando puntuale e dettagliata rendicontazione pubblica di quanto viene fatto (o non fatto) dai portavoce stessi una volta che un documento , un progetto o una proposta vengono consegnati loro affinchè si attivino nelle sedi di appartenenza.

Al fine di mettere in pratica questo modello operativo, si sono discusse le attività da farsi nelle prossime settimane e individuati i seguenti appuntamenti:

fine settimana 25-26 marzo (il giorno è da definire): gazebo informativo, con particolare attenzione sulla questione stazionamento bus a Borgo Ferrovia

Fine settimana 21-23 aprile (il giorno è da definire): incontro pubblico ad Avellino per informare/comunicare sui rischi ambientali e le ricadute che l’inquinamento della valle del Sabato/nucleo Pianodardine provoca anche sull’area metropolitana del capoluogo

Per la preparazione del banchetto, nella corrente settimana si preparerà un comunicato stampa che sintetizzi le ultime novità (convenzione Coune-RFI; apertura viabilità antistante stazione bus Ni01) e illustri le proposte alternative conseguenti in luogo del perdurante stazionamento dei bus nel piazzale adiacente la scuola media di Borgo Ferrovia

Per la preparazione dell’incontro , si contatterà l’associazione Valle del Sabato per verificare se abbiano già incrociato i dati delle centraline di rilevamento presenti in Avellino città con quelli inerenti i dati meteo , e nel caso contribuire a questa elaborazione lavorando in collaborazione, il tutto per poter presentare ad Avellino una nuova serie di dati (oltre a quelli già disponibili e presentati in più incontri pubblici dall’associazione) che siano però focalizzati sull’area urbana di Avelino.

 

Il link del Meetup Avellino per approfondimento.

Energia: M5S aveva ragione! Produttori restituiscano extra profitti su dispacciamento a danno consumatori

Roma, 9 mar – “Avevamo ragione e ora sappiamo ufficialmente che i produttori di energia hanno commesso delle irregolarità pesanti, che gli hanno permesso di realizzare corposissimi extra profitti sul mercato del dispacciamento elettrico, pagati in bolletta dai consumatori. Quei soldi, una torta complessiva di oltre un miliardo di euro, devono adesso essere restituiti a chi si è visto aumentare la bolletta elettrica in maniera ingiustificata”. Lo dichiara il senatore M5S Gianni Girotto, commentando il comunicato stampa dell’Autorità per l’Energia in cui viene confermata la chiusura dei procedimenti prescrittivi per le prime nove società coinvolte nella torbida vicenda.

“Sulla questione presentammo immediatamente un’interrogazione parlamentare e affrontato il tema in commissione industria a giugno 2016, a cui ha fatto seguito la proposta di alcuni nostri emendamenti atti a migliorare il funzionamento dei mercati dell’energia dei servizi per dispacciamento”, continua il senatore.

“Continueremo a monitorare affinché i profitti indebiti degli speculatori vengano restituiti ai consumatori. Proseguiremo inoltre l’azione legislativa per modificare le norme al fine di impedire una volta per tutte questo tipo di azioni anomale da parte di soggetti poco corretti e per ridurre, strutturalmente, i costi del funzionamento del mercato del dispacciamento che incidono notevolmente sulla bolletta elettrica. È infatti necessario introdurre meccanismi per l’allargamento della partecipazione dei produttori di energia rinnovabile al mercato oggi limitato a grandi impianti centralizzati. Anche la riforma in discussione non apre l’accesso ad impianti sotto 55 kW di potenza impegnata (cioè mezzo milioni di piccoli e piccolissimi impianti) mantenendo pertanto un mercato centralizzato che non interviene nelle reti di distribuzione. Sarebbe inoltre necessario intervenire anche sul lato dei consumi, consentendo la c.d. “demand response”, che consentirebbe il doppio risultato di abbassare la bolletta a tutti e remunerare i più virtuosi che accettino di aderire a tale opzione”, conclude Girotto.

Tratto da : http://www.movimento5stelle.it/parlamento/2017/03/energia-m5s-aveva-ragione-produttori-restituiscano-extra-profitti-su-dispacciamento-a-danno-consumat.html

Fallimento El.Ital, Sibilia scrive al Ministro Calenda

“Quale futuro occupazionale attende i lavoratori dell’azienda El.Ital di Avellino, ormai dichiarata fallita dal Tribunale?”. E’ la domanda che si pone il portavoce alla Camera del Movimento 5 Stelle, Carlo Sibilia. Il deputato irpino ha inviato una lettera al ministro dello Sviluppo Economico Calenda, chiedendo all’esponente di Governo un incontro urgente alla presenza degli operatori economici ed istituzionali a vario titolo, per discutere anche delle prospettive in generale del comparto produttivo in provincia di Avellino e Benevento.

“La chiusura di un’azienda – commenta il parlamentare avellinese – rappresenta sempre una brutta pagina che non vorremmo mai fosse scritta, soprattutto perché a pagarne il prezzo più caro sono i lavoratori che, in questo caso, dopo anni di travagli ed incertezze, si trovano ora senza lavoro e con difficili prospettive occupazionali. Per questo ho voluto interessare il Ministro Calenda”.

interrogazione parlamentare per Ex ospedale Moscati

Comunicato Stampa.

Quale futuro per le strutture ospedaliere dismesse di Avellino, in particolare per l’ex nosocomio di Viale Italia?”. E’ la domanda-premessa che ha ispirato il portavoce alla Camera del Movimento Cinque Stelle, Carlo Sibilia, il quale a proposito dei plessi dismessi ha presentato un’interrogazione parlamentare ai Ministri della Salute e delle Infrastrutture.

“Lo stato di abbandono in cui versano molti immobili fino a qualche anno fa sedi degli ospedali della città è sotto gli occhi di tutti e non possiamo far finta di nulla come fanno gli amministratori locali”, afferma il deputato. “In particolare – continua– mi riferisco all’ex nosocomio di Viale Italia e alla struttura di via Maffucci di via Pennini, non più in uso a partire dal 2010, quando tutti i reparti sono stati trasferiti alla cittadella ospedaliera di Contrada Amoretta.

Entrambi gli immobili sono in una condizione di generale degrado, essendo divenute ricettacolo di rifiuti e ritrovo per i senzatetto, e fino ad oggi non risultano progetti seri da parte degli Enti preposti che prevedano un loro riutilizzo dopo le opportune e necessarie ristrutturazioni”. “Eppure in città avremmo tanto bisogno di luoghi in cui incontrarsi e avviare nuove attività di stampo sociale o anche in cui delocalizzare uffici e servizi alle persone. Per cui nel mio atto di sindacato ispettivo chiedo ai Ministri di sollecitare in qualche modo le istituzioni competenti ad una qualche azione che consenta di restituire agli avellinesi e rendere fruibili queste due strutture, oggi in stato di abbandono”, conclude Sibilia.

Il MoVimento dona una turbina spazzaneve alla Protezione Civile in Abruzzo

>> Nel giorno in cui i consiglieri regionali abruzzesi donano una turbina spalaneve da €220mila alla Protezione civile, il presidente di Regione Luciano D’Alfonso viene indagato per corruzione e turbativa d’asta! <<<

 

GRAZIE AL TAGLIO DEGLI STIPENDI DEI CONSIGLIERI REGIONALI, IL M5S DONA UNA TURBINA SPALANEVE ALLA PROTEZIONE CIVILE
di Sara Marcozzi

Guardiamo al futuro! L’Abruzzo deve andare avanti. Le abbondanti nevicate dello scorso gennaio hanno messo in luce tutte le fragilità di una regione che non ha mezzi e infrastrutture adeguate ad affrontare le emergenze climatiche, neanche quando queste sono ampiamente previste.

Ecco perché noi portavoce del M5S in Abruzzo abbiamo deciso di impiegare una buona parte del fondo alimentato con il taglio dei nostri stipendi, per acquistare e donare alla Protezione Civile della nostra regione una turbina spalaneve. La turbina sarà offerta dalla regione alle quattro province in comodato d’uso gratuito.

L’Abruzzo ha bisogno di amministratori che taglino gli sprechi, quelli veri, e si battano contro il consumo del suolo. Abbiamo bisogno di amministratori attenti alla manutenzione di strutture e impianti, che tendano a un modello energetico che guardi al futuro. Il nostro territorio non permette di lasciare nulla al caso: siamo ricchi di splendide montagne, ma queste sono popolate da migliaia di cittadini che abitano località difficilmente raggiungibili da mezzi ordinari in caso di emergenza.

E’ tempo di agire con ogni mezzo, per questo motivo abbiamo deciso di aiutare l’Abruzzo per il futuro, con un nostro piccolo grande contributo. Le giornate che abbiamo vissuto durante lo scorso gennaio non devono verificarsi mai più. Abbiamo scelto un aiuto concreto alla prevenzione, con l’auspicio che possa fungere da sprone per la difesa e la tutela dei cittadini in ogni circostanza, soprattutto nei momenti più difficili.
Oggi partiamo da questo. Per noi oggi è tempo di agire.

 

Tratto da http://www.beppegrillo.it/2017/02/facciamo_strada_allabruzzo.html