Cinzia Zeccardo

By Giuseppina 2 mesi ago

vellinese di nascita e formazione, una fetta di vita trascorsa in una periferia attiva e determinata, crogiuolo di idee, fucina di progetti. Moglie, mamma e docente di lettere a tempo determinato, del tutto disinteressata a interessi e ambizioni personali, innamorata del buon vivere in comunità, per la quale vorrei spendermi come la mia città merita, mettendo al suo servizio unicamente umiltà e disponibilità. Scendere in campo, oggi, significa dire un no deciso ad una realtà che umilia, espone, offende fino alle lacrime, costringe ad accogliere elemosine e oboli che generano clientelismo e corruzione. Di questo chiedo conto ai mostri sacri della politica, che rispetto ma non temo, confidando nel senso di responsabilità di chi sa scegliere secondo coscienza. Senza altro obiettivo che non sia la serenità della mia gente, la difesa dei valori suoi e miei, il suo diritto all’ascolto e all’accoglienza. Perché, tutti, meritiamo il meglio.