Quarto e la camorra: la differenza tra il M5S e tutto il resto

Redazione MoVimento Avellino 5 Stelle 7 gennaio 2016 0
Quarto e la camorra: la differenza tra il M5S e tutto il resto
Share

Su Quarto abbiamo rilasciato una sintetica comunicazione giusto per sedare le esaltazioni dei ‪#‎Piddinibugiardi‬ che vogliono smorzare le loro alleanze con la mafia buttandola nel “mal comune mezzo gaudio”. Ricordo al PD che arrestano sempre voi.

“Fa francamente ridere che sia il Pd a ergersi a cattedra morale della politica, un partito che e’ persino stato in grado di sostenere un condannato come De Luca alla presidenza della Regione Campania in una lista-ammucchiata sostenuta da Ciriaco De Mita. Fa ridere si’, che sia il Pd, che oggi ha fatto della questione morale una reliquia, ad avanzare lezioni di trasparenza nei confronti dell’unica forza politica onesta e pulita, qual e’ il M5S”, si legge nella nota del Movimento sulla vicenda della cittadina campana. “Per non parlare di Orfini – aggiungono i parlamentari pentastellati – colpevole non solo di aver trascinato Roma nel fosso, ma soprattutto di aver difeso fino all’ultimo l’ex presidente Pd di Ostia Andrea Tassone nonostante – come lui stesso dichiaro’ – avesse avuto contezza ben prima della magistratura dei suoi legami con i clan mafiosi del litorale. “Dal 91 ad oggi circa un centinaio di Comuni, se non di piu’, sotto l’amministrazione di centrosinistra sono stati sciolti e commissariati per infiltrazioni mafiose ed hanno anche il coraggio di parlare, di dispensare lezioni di democrazia”, rimarca ancora il M5S che, sulla vicenda Quarto, sottolinea: “La verita’ e’ che sono decenni che la mafia prova a infiltrarsi nella politica e quando ha incontrato Forza Italia e il Pd ci ha fatto affari, piazzando anche i suoi uomini in Parlamento. Quando ha provato ad avvicinarsi al M5S e’ stata messa alla porta. Questo e’ accaduto a Quarto, dove il M5S ha espulso De Robbio prima ancora che fosse indagato ed oggi e’ parte lesa. Questa e’ la grande differenza tra una forza di cittadini onesti e puliti come il 5 Stelle e la vecchia classe politica: noi – conclude la nota – camminiamo a testa alta, loro dovrebbero avere almeno la decenza di restare in silenzio”.

Domande più frequenti e le risposte VERE

Domande e risposte sui fatti di Quarto dopo le intercettazioni diffuse il 23 dicembre e ripescate ieri dai giornali.

1) E’ vero che un consigliere M5S è stato indagato dalla DDA?
Sì, ma va precisato che l’ex consigliere De Robbio è stato espulso dal MoVimento 5 Stelle il 14 dicembre 2015 per comportamenti palesemente non conformi al programma, una decina di giorni prima che ricevesse l’avviso di garanzia.

2) E’ vero che i voti raccolti dall’ ex consigliere De Robbio sono stati determinanti per la vittoria a Quarto?
No è falso. Il M5S ha vinto con il 70.79% dei voti pari a 9.744 preferenze contro i 4.020 degli avversari. L’ex consigliere De Robbio ha raccolto 840 voti.

3) E’ vero che il Sindaco ha ceduto alle richieste dell’ex consigliere De Robbio sullo stadio?
No. Le ha respinte facendo sì che rimanesse in mani pubbliche anziché in mani private.

4) È vero che la camorra condiziona il M5S di Quarto?
Assolutamente no. Le indagini dimostrano che il sindaco e l’amministrazione sono parte lesa e non hanno mai ceduto alle pressioni politiche avanzate dall’ex consigliere De Robbio.

5) Il sindaco non ha mai ceduto alle richieste dell’ex consigliere?
Assolutamente no. Il sindaco si oppose anche alla sua nomina a presidente del consiglio Comunale di Quarto nonostante fosse il più votato.

6) E’ vero che il sindaco di Quarto Rosa Capuozzo è indagata?
No, è parte lesa.

7) Perchè il Sindaco non ha denunciato l’ex consigliere?
Perchè non si è mai manifestata una minaccia tale da evidenziare un reato penale nei suoi confronti ma solo pressioni e richieste di tipo politico. Pressioni e richieste politiche che sono sempre state respinte dal sindaco e l’amministrazione di Quarto, in quanto non in linea con il M5S, il suo programma ed i suoi valori.

8) Il sindaco Capuozzo si è resa disponibile ad essere ascoltata dalla Commissione Antimafia?
Assolutamente sì. Il M5S dal primo momento si è reso totalmente disponibile affinchè l’argomento venisse affrontato in antimafia ascoltando anche il sindaco di Quarto.

http://www.carlosibilia.it/quarto-e-la-camorra-la-differenza-tra-il-m5s-e-tutto-il-resto/

Share

Lascia un commento »