Resoconto riunione del 27/09

Redazione MoVimento Avellino 5 Stelle 27 settembre 2017 0
Resoconto riunione del 27/09
Share

A cura di Mario T. :

Punti all’OdG

>> Discussione e aggiornamenti sulle attività in corso:
1 – STIR Pianodardine
2 – fermata BUS
3 – Bagni prco S. Spirito

>> Analisi/elencazione delle problematiche su cui attivare prossime attività: vengono proposte:
1 – Lavori sistemazione marciapiedi centro cittadino
2 – anagrafe/mappatura scarichi fogniari e ricererca documentazione rete fogniaria
3 – adeguamento sito web comunale (vedi ­in questa discussione )
4 – rete fogniaria parco Castagno/S. Francesco

>> Aggiornamento e illustazione del progetto della boonifica del sito STIR

=====================================

Per quanto riguarda lo STIR viene fatta una breve sintesi della attività svolta in ­conferenza di servizi e viene illustrato l’esito di alcuni colloqui avuti con l’associazione “salviamo la valle del Sabato” (SVS)
Si prende atto che al momento si stanno per definire i progetti di valorizzazione ambientale della valle del Sabato nell’ambito delle attvità di Area Vasta e che si dovrebbe fare “fiato sul collo” sul comune capofila , cioè Avellino nella persona dell’assesore all’ambiente Augusto Penna (vedi ­questa discussione )
In altre parole, dopo tutto quanto finora fatto e detto e preso atto che in conferenza di servizi per il progetto Stir sia la Regione che la Provincia hanno riconosciuto il fatto sostenuto dalla associazioni che l’inquinamento rilevato proviene dall’esterno e che è necessaria una campagna di monitoraggio di area vasta, si tratta di chiedere al comune di Avelino a che punto siano i piani di realizzazione di centraline di monitoraggio di cui Penna ha parlato più volte.
Operativamente, si ritiene che la strategia più vliada sia quella di mobilitare almeno un altro Comune oltre Manocalzati – cha già si è espresso in tal senso.- per fare pressione dal basso su due fronti e in maiera coordinata: da una parte le associaioni (meet up e SVS già in contatto e in coordinamento) e dall’altra i Comuni per aumentare l’efficacia 
Nei prossimi giorni Mario si terrà in contatto con SVS 
Si pianificano le attività a farsi come segue: Mario si terrà in contatto cn SVS che si è assunto il compito di contattare il comune di Prata, quindi si procederà a programmare l’attività di fiato sul collo come detto.
Tempisitica : entro il 10 ottobre
Sul problema ambientale e sul reperimento dati, documenti e informazioni: Giovanni chiederà a Maria Muscarà una delega per effettuare accesi agli atti presso gli uffici competenti

Sulla fermata BUS a Borgo Ferrovia si discute la situazione anche in relazione alle notizie pubblicate dalal stampa locale sulle attività in corso in via Pini e nel cantiere del terminal/autostazione (ad esempio ­ vedi qui ) per valutare se e come allargare l’orizzonte includendo anche questio ambiti oltre alla situazione di borgo ferrovia su cui abbiamo molto lavorato
Si decide quindi:
– di riprendere il lavoro svolto illustrando tutte le informazioni raccolte , in particolare le ultime dichiarazioni dell’Arch. Freda sull’assenza di documentazione amministrativa;
– di farlo puntando sulla comunicazione alla cittadinanza
– di farlo il 3 ottobre, alla scdenza di 30 giorni dalle dichiarazioni rese dall’assessore competente Prezioni in risposta a ­una specifica interrogazione consiliare

Sulla questione bagni del parco S. Spirito Antonio ci aggiorna sulle frequenti telefonate con l’assessore competente. dott.ssa Valentino, che però ad oggi hanno portatio a un sostanziale nulla di fatto .
Si valuta di dare altri due giorni di tempo all’Asssessore ; in assenza di risposte chiarifcatrici sui problemi che impediscono l’apertura dei bagni, si procederà con una attività di coinvolgimento della cittadinanza tramite raccolta firma. Antonio si assume l’incarico di redigere la bozza di testo per il quesito/i quesiti da riportare sui fogli firme. 
Giovanni propone di valutare anche di proporre l’istallazione di un defibrillatore nel parco.
—————————–

Per quanto riguarda le altre attività, si inizia dal punto 3, sito web istituzionale del comune di Avellino.
Carmen e Pietro hanno passato al setaccio il sito con la bussola della trasparenzariscontrando 25 non conformità e 15 pagine presenti ma prive di contenuti. Carmen sottopone una lettera in cui sono sintetizzati i risultati del lavoro svolto nonchè la richiesta al Comune di provvedere ai necesari adempimenti entro 30 gg, trascorsi i quali sarà inviata una segnalazione all’ANAC. La lettera viene letta, condivisa e firmata per essere protocollata entro questa settimana

Per quanto riguarda i lavori di sitemazione dei marciapiedi, Mario F. rileva che in tutti gli interventi di recente realizzati i cordoni perimetrali dei marciapiedi in pietra lavica non sono sufficientemente contrastanti con il resto delal pavimentazione , anch’essa in pietra lavica, con conseguente rischio d’inciampo. Il problema è già presente a piazza LIbertà , corso Europa e i cantieri in corso in via Matteotti, via gen. Cascino e via Due Principati paiono presentare lo stesso problema. Mario T. si impega a predisporre una nota per chiedere copia della documentazione di progetto per le opportune verifiche. 

Per quanto riguarda la raccolta della documentazione inerente la rete fognaria Giovanni illustra la sua idea di effetuare una raccolta di informazioni per generare una mappatura del territorio che consenta di valutare i potenziali punti inquinanti. Oltre alla rete fogniaria, propone infatti di chiedere al comune di Avellino e ai couni della valle del Sabato i dati inerenti le aziende presenti (tipo di attività, materiali trattati/deposittati, registro scarichi e rifiuti) , alla Provincia quelli inerenti i pozzi ecc
Aquisendo tali documenti e caricandoli su una medesima base cartografica, si potranno ottenere dei dati interssanti sugli impatti sul territorio. In questa ottica, Giovanni si impegna e chiedrà anche una delga per l’accesso agli atti (come già più sopra ricordato)

Sulla rete fogniaria di Parco Castagno S. Francesco Mario F. aggiorna i presenti sul problema di malfunzionamento di un tratto fogniario al termine del quale manca il coretto convogliamento alla condotta principale. Sul punto servono degli approfondimenti, il primo passo è l’aquisizione della documentazione dulla rete fgniaria di cui si è già parlato più sopra; Mario F. da la propria disponibilità a seguire questo tema.

Per tutte le attività da avviare discusse nella II parte della riunione , si pianifica che si metteranno in calendario dopo il 10 ottobre, valutando di volta in volta le disponibilità anche in relazione all’andamento delle attivtà già in corso.

Il link per aggiornamenti del MeetupAvellino

Share

Lascia un commento »