Resoconto Riunione del 25 ottobre 2017

A cura di Mario T.

Presenti
Umberto Ferrajolo , Giuseppe Ciampitti, Generoso Testa, Carmen Bochicchio, Mario Tomasone , Giovanni Varallo

Argomenti all’OdG

> gestione piattaforma Meetup
> Sito web comune di AV
> esame documentazione lavori di riammagliamento
> stazionamento bus borgo ferrovia
> inquinamento valle del Sabato
> bagni Parchi cittadini
> rete fogniaria AV
> varie ed eventuali

> gestione piattaforma Meetup
Carme fa notare che dopo l’aggiornamento del sito meetup.com non è più possibile per gli iscirtti non abilitati come organizer o assistent-organizer proporre e calendarizzare meetup. E’ stata però introdotta un nuova figura , quella di organizzatore di eventi, che può avere questa possibilità. Si propongono per avere questa qualifica:
Carmen
Umberto
Generoso
L’operazione dovrebbe essere materialmente esguita da Antonio (Organizer)

> Sito web Comune di AV
Carmen ci aggiorna di aver trasmesso al comune la nota riguardante la richiesta di maggiori dettagli sull’aggiornamento del sito, in risposta alla nota generica che il segertario ci aveva inoltrato.
Per maggiori dettagli, vedi la ­discussione della ultima riunione
Nella nota si richiede in particolare
> che tempi sono previsti per l’aggiornamento
> a che punto è l’aggiornamento
> a chi è stato affidato l’aggiornamento (interno o esterno al comune)
Allo scadere di 30 giorni dalla data della trasmissione della domanda (quindi fine novembre) in caso non avessimo riscontro potremo agire segnalaldo all’ANAC/anticorruzione l’inadempienza.
Nel frattempo, Carmen si studia la procedura e predispone la modulistica necessaria

lavori di riammagliamento
Mario aggiorna tutti dell’incontro avuto in comune il 16/10 con l’arch. Freda (responsabile del procedimento) cui ha preso parte anche l’assessore ai lavori pubblici, Ing. Preziosi.
Sono stati messi a disposizione tutti gli elaborati di progetto, che sono stati rapidamente esaminati, e l’assessore ha comunicato che i file in formato pdf sono comunque disponibili nella sezione “esiti di gara” del sito del comune. In tale sede non si è approfondita la materiale disponibilità dei file, ma successivamente visitando la sezione indicata i file non sono stati reperiti.
In ogni caso, dall’esame della documentazione fornita è emerso che il progetto prveede in effetti l’utilizzo di lastre di pietra lavica grigi su tutte le superfici oggetto dell’intervento, salvo che per i marciapiedi di via Due Principati sul lato destro scendendo verso il ponte della Ferriera per i quali è prevista la posa in opera di una striscia di pietra bianca per segnalare la presenza di due gradini.
Il problema rilevato inerente la difficoltà di individuare le alzate e il conseguente pericolo d’inciampo rimane pertanto in evidenza.
Inoltre, si prende atto di quanto segue
• il progetto è stato sottoposto al parere della sovrintendenza, in quanto le strade ricadono nella fattispecie di cui all’art. 10 comma 4 del codice dei beni culturali , e la sovrintendenza avrebbe espresso il proprio parere anche sui materiali
• nel progetto non vi è nessuna traccia riguardo l’impiantistica esistente (fogne, pozzetti, griglie, caditoie) , né nei disegni di stato di fatto ne’ in quelli di progetto.

Alla luce di tutto quanto sopra riportato, si decide quanto segue:
> verificare l’effettiva disponibilità on line dei file (vedi anche il punto all’OdG già dsicusso suil sito web)
> chiedere copia della corrispondenza con la sovrintendenza per verificare la tipologia e il contenuto della prescrizioni
> affrontare la questione della carenza di documenti e planimetrie dei sottoservizi cittadini (vedi anche punti successivi all’OdG)

> stazionamento bus borgo ferrovia
A margine dell’incontro per l’esame della c documentazione del progetto di riammagliamento, è stato chiesto all’assessore Preziosi con quali atti avesse provveduto all’attivazione della ferbata degli autobus a Borgo Ferrovia . Preziosi ha confermato quanto emerso dall’ultima nota dell’arch. Freda, cioè che non è stato prodotto alcun atto di indirizzo e/o collegiale. Inoltre, ci aggiorna sul fatto che è stata avviata la procedura per il rinnovo della convenzione con RFI per l’uso del piazzale e a valle di questo passaggio si potrà spostare lo stazionamento degli autobus nel piazzale dell’ex scalo merci.
Si discute il punto e si rianalizza tutto l’iter finora seguito sul tema . Si valutano sopratutto eventuali manchevolezze o carenze e si conclude che si rende necessario un’ ultima richiesta da formalizzare al comando dei VVUU per avere copia degli atti presupposti all’ordinanza del comandante dei VVUU del 29/07/2016 istitutiva del divieto di sosta sul piazzale, ordinanza che al momento è l’unico atto prodotto dall’amministrazione comunale. In assenza di riscontri da parte dei VVUU su questo punto, infatti, avremo la conferma definitiva e documentata dell’assenza di atti, come riferitoci da Preziosi.
Mario e Umberto si rendono disponibili per redigere questa domanda e inviarla via PEC

inquinamento valle del Sabato
Viene riassunto l’esito del colloquio avuto con l’assessore Penna e in particolare l’avvio della progettazione della centralina comunale di monitoraggio della zona di Pianodardine, come si era discusso nell’incontro avuto con l’assessore stesso ­nel 2016 .
In sostanza, l’assessore ha raccolto i nostri suggerimenti e li ha inseriti nel processo avviato dalla Regione a inizio 2017 per fornire ai comuni i fondi per sviluppare le progettazioni con il meccanismo del fondo di rotazione. Il decerto di pubblicazione della graduatori dei proegtti approvati (quello della centalina è il n° 66) è stato pubblicato sul BURC n° 6 del gennaio 2017 ed è ­scaricabile qui
Penna ci ha poi aggiornato che il Comune a cavallo della pausa di agosto ha già firmato la convenzione con la Regione per la materiale erogazione del finanziamento e quindi a breve dovrebbero partire le materiali attività di progettazione, che saranno svolte a d un gruppo di tecnici interni del comune.
Ci ha anche chiesto di prendere a cuore questa vicenda e di seguirla, in quanto la attuale consiliatura è in scadenza e tra qualche mese lui probabilmente non i sarà più.
Si discute della notizia e si valuta che il passo successivo sarebbe comunicarlo alla cittadinanza, cosa che però richiede un impegno ulteriore sul fronte comunicazione. Mario propone di coinvolgere l’associazione “salviamo la valle del Sabato” con cui abbiamo lavorato più volte sui temi ambientali, e di chiedere a loro di attivarsi per comunicare questa interessante notizia ai cittadini nell’ambito delle attività che l’associazione svolge normalmente sul territorio. In questo modo sarebbe un peso in meno per noi, fermo restando che chiederemmo all’associazione di farci partecipare all loro iniziative per illustrare quello che abbiamo fatto per essere i catalizzatori di questa iniziativa. La proposta viene approvata.

> bagni Parchi cittadini
Sempre nell’ambito dell’incontro con Penna, l’assessor ci ha detto di aver letto le nostre note (che per conoscenza venivano inoltrate anche all’Ambiente) e che ignorava che l’assessore al patrimonio Valentino avesse preso l’impegno di coinvolgere l’Ambiente stesso e le Opere Pubbliche dopo il sopralluogo fatto con noi, ne’ tanto meno di essere stato contatto dalla stessa Valentino o dai suoi uffici.
Vengono riepilogate le attività da noi attivate e si fa il punto sulla raccolta firma , per la qual ci eravamo dati come scadenza la settimana dopo la ricorrenza ognissanti/morti. Al momento la petizione online è a 132 firme, bisogna sostenerla diffondendola quanto più possibile. Inoltre, si deve dare seguito anche alla raccolta firme cartacea, e contattare anche i ragazzi del rugby. L a squadra ha iniziato gli allenamento 3 pomeriggi a settimana 8lun, merc e ven) al campo di rugby dalle 15 alle 17, se Antonio può andare farsi un salto venerdì sarebbe il massimo
Si decide quindi di proseguire con la raccolta, sentire i ragazzi del rugby per valutare di organizzare assieme una manifestazione al parco palatucci e fissare la settimana dopo i morti per un comunicato e/o conferenza stampa

> rete fogniaria AV
Nel corso dell’incontro con Penna e facendo seguito alla nota che avevamo trasmesso formalmente, abbiamo chiesto espressamente di vedere una copia della carta delle fogne di Avellino, e l’assessore ci ha confermato che il comune ne è sprovvisto.
Qui si apre un nuovo capitolo su cui lavorare per:
• evidenziare e comunicare alla cittadinanza che il comune ha questa incredibile lacuna
• spiegare che senza queste informazioni non è possibile tenere sotto controllo la situazione degli scarichi ufficiali e abusivi (tanto civili quanto artigianali e industriali) sul territorio comunale con tutti i problemi conseguenti per quanto riguarda lo stato dei torrenti e dei fiumi cittadini
• illustrare come un simile strumento (sopratutto su base GIS) sia fondamentale per gli operatori che fanno manutenzione, per gli allacci, per la gestione dell’anagrafe dei tributi , per l’individuazione rapida e certa dei contravvenenti
Insomma, si apre un capitolo importante su cui lavorare e ci prendiamo qualche tempo per definire meglio come muoverci.
Per il momento dobbiamo inoltrare domdna formale a patrimoni e lavori pubblici per chiedere copia della cartografia (che non hanno) e iniziare così a sollevare il problema

> varie ed eventuali
Nelle varie ed eventuali si decide di rispondere al bando pubblicato dal Comune per l’adesione al tavolo d’ascolto per la definizione del
­documento operativo strategico nell’ambito delle procedure di gestione del territorio e della pianificazione urbanistica
Mario si attiverà per verificare le modalità e predisporre la documentazione d atrasmetter al comune.

il link per aggiornamenti del Meetup Avellino

<<<<fine>>>>

Resoconto riunione del 27/09

A cura di Mario T. :

Punti all’OdG

>> Discussione e aggiornamenti sulle attività in corso:
1 – STIR Pianodardine
2 – fermata BUS
3 – Bagni prco S. Spirito

>> Analisi/elencazione delle problematiche su cui attivare prossime attività: vengono proposte:
1 – Lavori sistemazione marciapiedi centro cittadino
2 – anagrafe/mappatura scarichi fogniari e ricererca documentazione rete fogniaria
3 – adeguamento sito web comunale (vedi ­in questa discussione )
4 – rete fogniaria parco Castagno/S. Francesco

>> Aggiornamento e illustazione del progetto della boonifica del sito STIR

=====================================

Per quanto riguarda lo STIR viene fatta una breve sintesi della attività svolta in ­conferenza di servizi e viene illustrato l’esito di alcuni colloqui avuti con l’associazione “salviamo la valle del Sabato” (SVS)
Si prende atto che al momento si stanno per definire i progetti di valorizzazione ambientale della valle del Sabato nell’ambito delle attvità di Area Vasta e che si dovrebbe fare “fiato sul collo” sul comune capofila , cioè Avellino nella persona dell’assesore all’ambiente Augusto Penna (vedi ­questa discussione )
In altre parole, dopo tutto quanto finora fatto e detto e preso atto che in conferenza di servizi per il progetto Stir sia la Regione che la Provincia hanno riconosciuto il fatto sostenuto dalla associazioni che l’inquinamento rilevato proviene dall’esterno e che è necessaria una campagna di monitoraggio di area vasta, si tratta di chiedere al comune di Avelino a che punto siano i piani di realizzazione di centraline di monitoraggio di cui Penna ha parlato più volte.
Operativamente, si ritiene che la strategia più vliada sia quella di mobilitare almeno un altro Comune oltre Manocalzati – cha già si è espresso in tal senso.- per fare pressione dal basso su due fronti e in maiera coordinata: da una parte le associaioni (meet up e SVS già in contatto e in coordinamento) e dall’altra i Comuni per aumentare l’efficacia 
Nei prossimi giorni Mario si terrà in contatto con SVS 
Si pianificano le attività a farsi come segue: Mario si terrà in contatto cn SVS che si è assunto il compito di contattare il comune di Prata, quindi si procederà a programmare l’attività di fiato sul collo come detto.
Tempisitica : entro il 10 ottobre
Sul problema ambientale e sul reperimento dati, documenti e informazioni: Giovanni chiederà a Maria Muscarà una delega per effettuare accesi agli atti presso gli uffici competenti

Sulla fermata BUS a Borgo Ferrovia si discute la situazione anche in relazione alle notizie pubblicate dalal stampa locale sulle attività in corso in via Pini e nel cantiere del terminal/autostazione (ad esempio ­ vedi qui ) per valutare se e come allargare l’orizzonte includendo anche questio ambiti oltre alla situazione di borgo ferrovia su cui abbiamo molto lavorato
Si decide quindi:
– di riprendere il lavoro svolto illustrando tutte le informazioni raccolte , in particolare le ultime dichiarazioni dell’Arch. Freda sull’assenza di documentazione amministrativa;
– di farlo puntando sulla comunicazione alla cittadinanza
– di farlo il 3 ottobre, alla scdenza di 30 giorni dalle dichiarazioni rese dall’assessore competente Prezioni in risposta a ­una specifica interrogazione consiliare

Sulla questione bagni del parco S. Spirito Antonio ci aggiorna sulle frequenti telefonate con l’assessore competente. dott.ssa Valentino, che però ad oggi hanno portatio a un sostanziale nulla di fatto .
Si valuta di dare altri due giorni di tempo all’Asssessore ; in assenza di risposte chiarifcatrici sui problemi che impediscono l’apertura dei bagni, si procederà con una attività di coinvolgimento della cittadinanza tramite raccolta firma. Antonio si assume l’incarico di redigere la bozza di testo per il quesito/i quesiti da riportare sui fogli firme. 
Giovanni propone di valutare anche di proporre l’istallazione di un defibrillatore nel parco.
—————————–

Per quanto riguarda le altre attività, si inizia dal punto 3, sito web istituzionale del comune di Avellino.
Carmen e Pietro hanno passato al setaccio il sito con la bussola della trasparenzariscontrando 25 non conformità e 15 pagine presenti ma prive di contenuti. Carmen sottopone una lettera in cui sono sintetizzati i risultati del lavoro svolto nonchè la richiesta al Comune di provvedere ai necesari adempimenti entro 30 gg, trascorsi i quali sarà inviata una segnalazione all’ANAC. La lettera viene letta, condivisa e firmata per essere protocollata entro questa settimana

Per quanto riguarda i lavori di sitemazione dei marciapiedi, Mario F. rileva che in tutti gli interventi di recente realizzati i cordoni perimetrali dei marciapiedi in pietra lavica non sono sufficientemente contrastanti con il resto delal pavimentazione , anch’essa in pietra lavica, con conseguente rischio d’inciampo. Il problema è già presente a piazza LIbertà , corso Europa e i cantieri in corso in via Matteotti, via gen. Cascino e via Due Principati paiono presentare lo stesso problema. Mario T. si impega a predisporre una nota per chiedere copia della documentazione di progetto per le opportune verifiche. 

Per quanto riguarda la raccolta della documentazione inerente la rete fognaria Giovanni illustra la sua idea di effetuare una raccolta di informazioni per generare una mappatura del territorio che consenta di valutare i potenziali punti inquinanti. Oltre alla rete fogniaria, propone infatti di chiedere al comune di Avellino e ai couni della valle del Sabato i dati inerenti le aziende presenti (tipo di attività, materiali trattati/deposittati, registro scarichi e rifiuti) , alla Provincia quelli inerenti i pozzi ecc
Aquisendo tali documenti e caricandoli su una medesima base cartografica, si potranno ottenere dei dati interssanti sugli impatti sul territorio. In questa ottica, Giovanni si impegna e chiedrà anche una delga per l’accesso agli atti (come già più sopra ricordato)

Sulla rete fogniaria di Parco Castagno S. Francesco Mario F. aggiorna i presenti sul problema di malfunzionamento di un tratto fogniario al termine del quale manca il coretto convogliamento alla condotta principale. Sul punto servono degli approfondimenti, il primo passo è l’aquisizione della documentazione dulla rete fgniaria di cui si è già parlato più sopra; Mario F. da la propria disponibilità a seguire questo tema.

Per tutte le attività da avviare discusse nella II parte della riunione , si pianifica che si metteranno in calendario dopo il 10 ottobre, valutando di volta in volta le disponibilità anche in relazione all’andamento delle attivtà già in corso.

Il link per aggiornamenti del MeetupAvellino

Resoconto della riunione del 14 09 2017

A Cura di Mario T.

Ordine del giorno

> Punto sulle iniziative in corso
> organizzazione dei partecipanti corso “Russeau”
> comunicazioni di Generoso su procedure di gestione rifiuti speciali agricoli
> varie ed eventuali 

== Iniziative in corso
Al momento le due iniziative in corso riguardano:
-stazionamento bus borgo Ferrovia
-bagni parco S. Spirito
-Stopbiocidio

BUS
Viene illustrata l’ultima comunicazione ricevuta dal comune tramite mail dall’ Arch. Anna Freda, responsabile del settore traffico e viabilità dell’UTC di Avellino.
L’arch. Freda ci comunica di non avere comunicazione alcuna inerente l’iter procedurale di individuazione dello stazionamento nel piazzale antistante il campo sportivo.
Preso atto di quest’ultimo elemento di conoscenza , possiamo ritenere conclusa l’attività di indagone sulla regolarità/completezza dell’iter , che si è rilevato del tutto assente.
Si prende atto delle recenti dichiarazioni dell’assessore competente , Ing. Preziosi, in materia di spostamento di alcune linee extraurbane da piazza Kennedy a via Pini e delle valutazioni in corso sullo spostamento dello stazionamento di borgo Ferrovia, rispetto alle quali abbiamo già protocollato una nota di richiesta di chiarimento, e si stabilisce di procedere con quest’azione di “fiato sul collo” per la verifica della materiale realizzazione di quanto annunciato da Preziosi.
Parallelamente, si decide di provvedere a avviare una campagna di comunicazione su quanto fino ad oggi da noi appurato, iniziando con dei comunicati stampa. In particolare , si valuta anche di studiare nel dettaglio il problema dei trasporti ad Avellino per capire quali siano le criticità e le eventuali proposte . In sostanza si tratta di programmare un’attività ampia e approfondita su un problema primario della città, da svolgere nei prossimi mesi. La proposta viene valutata positivamente e si decide di iniziare a lavorare anche in questa ottica.

BAGNI
Si richiama brevemente quanto ad oggi fatto in termini di verifica della gestione dei bagni pubblici del parco (attualmente chiusi e non utilizzabili)
Si decide di chiedere a stretto giro un incontro con l’assessore competente, Paola Valentino, e di preparare una richiesta all’ASL per la verifica della sussistenza o meno delle condizioni igienico-sanitarie per la fruibilità del parco da parte dei cittadini.

STOPBIOCIDIO
In relazione a due fatti recenti ( 1 = moria pesci nel Sabato; 2 = ordinanza sindacale del 7/09/2017 in materia di misure per la riduzione dello smog) si valuta la possibilità di riattivare la campagna #stopbiocidio chiedendo all’assessore competente, Ing. Penna, di aggiornarci sullo stato di attuazione della istallazione delle centraline di rilevamento ambientale, di cui ci parlò in un incontro tematico tenutosi nel 2016 e di cui ha parlato in vari articoli di stampa nuovamente in occasione della pubblicazione della citata ordinanza .
Si decide quindi di chiedere all’assessore Penna un nuovo incontro per avere un aggiornamento sullo stato di materiale attuazione dell’iter di attuazione del progetto di istallazione delle centraline

== Corso “Russeau”
Viene discusso nel dettaglio come questo corso è strutturato, quali sono gli obiettivi e gli argomenti delle prime tre giornate di studio. 
Si individuano come partecipanti Maria Pallini e Giovanni Varallo, come sostituto Antonio Oliviero.

== Rifiuti speciali agricoli
Generoso ci informa di un corso da lui frequentato per il patentino necessario per la gestione dei materiali chimici in agricoltura e di quanto da lui appreso nel corso di questa esperienza.
Il problema riguarda le realtà piccole e micro, in particolare gli operatori che non sono registrati come azienda agricola ma che hanno un piccolo appezzamento o un giardino di cui si occupano. Il punto è che anche chi usa mezzo bottiglia di concime per la propria siepe di rose dovrebbe poi sottoscrivere un contratto oneroso con ditte specializzate per la gestione e lo smaltimento della mezza bottiglia vuota.
Durante il corso seguito, Generoso ha raccolto una proposta molto interessante avanzata da un gruppo di agricoltori atripaldesi che ipotizzavano di istituire un’area di conferimento comunale presso la quale i singoli piccoli agricoltori possono andare a conferire i rifiuti da gestire.
Il progetto potrebbe essere riproposto a tutti i comuni dell’area – da Mercogliano a Montefredane, da Summonte ad Aiello ecc – in maniera da una parte di ridurre i quantitativi di materiali inquinante, dall’altra di migliorare la qualità dei prodotti agricoli 
Al momento si tratta di una attività ancora da definire nel dettaglio, l’obiettivo quindi è quello di definire tutta la procedura quanto più dettagliatamente possibile per avere una specie di “pacchetto” di immediata attuabilità da sottoporre ai vari Comuni.

== Varie ed eventuali 
Viene avanzata la proposta di avviare una discussione per l’avvio del processo di formazione di una lista civica, da sottoporre poi allo staff per la certificazione 5 stelle.
Il procedimento deve essere rispettoso dei principi di coinvolgimento e trasparenza, quanto più possibile aperto ai cittadini e basato sulla definizione di un programma integrato e strutturato per la città di Avellino. 

il link per aggiornamenti del meetup Avellino

Resoconto riunione del 22/05/2017

A cura di Mario T.

La riunione si apre con una lunga discussione sulle recenti attività svolte e sulle difficoltà riscontrate nei rapporti con i portavoce per l’utilizzo del logo M5S.
Si è anche discusso sulle evntuali azioni da intraprendere per risolvere questa criticità.
Riguardo le attività in corso, si è richiamata la questione riguardante la fermata dei bus a borgo Ferrovia ­[ vedi qui per maggiori dettagli ] e la criticità inerente la gestione dei bagni pubblici nel parco S.Spirito.
Al riguardo, infatti, durante varie visite al parco alcuni attivisti hanno notato che i bagni pubblici in prossimità dei campi di pallacanestro sono chiusi , mentre la palazzina accanto al campo di rugby dove si trovano altri bagni viene aperta esclusivamente quando ci sono manifestazioni sportive nel campo adiacente.
Da verifiche informali condotte interrogando il direttore dei lavori di sistemazione del parco, risulta che gli allacci alla fognatura sono stati regolarmente realizzati e l’alimentazione idrica è anch’essa presente. Pertanto , si ipotizza che la chiusura derivi da semplici difetti organizzativi.

Al termine della riunione sono state assunte le seguenti decisioni

1 – stazionamento bus : prendere contatto con i comitati civici che si sono interessati del problema traffico a piazza Macello per valutare azioni comuni
2 – parco S.Spirito : predisporre una lettera con richiesta di informazioni circa le modalità di gestione dei bagni pubblici da inoltrare al Comune e conseguente richiesta di tenere i bagni aperti in prospettiva della stagione estiva.
3 – parco S.Spirito : approfondire lo studio dello stato di fatto rispetto alle previsioni di progetto per quanto riguarda la pavimentazione del parcheggio lato ovest (Vigili Urbani) e delle piste ciclabili
4 – gestione rapporti con portavoce: valutare le modalità di organizzazione di un incontro con i portavoce per fare definitivamente chiarezza sulle procedure.

Il link del Meetup Avellino per aggiornamenti

Resoconto riunione del 14/04/2017

 
A cura di Mario T. :
 
la riunione si è aperta con le comunicazioni da parte di Tiziana delle discussioni di persona e telefoniche avute con Carlo riguardo l’autorizzazione da parte di quest’ultimo per l’uso del logo M5S per i banchetti (e in generale per le attività)

In estrema sintesi, Carlo ci fa sapere che lui autorizza l’uso del logo solo se:
1 – gli argomenti che vengono trattati sono di una certa importanza
2 – viene concordato con lui il tutto in maniera da garantirgli il coordinamento ed eventuale presenza.

Si apre così una discussione molto articolata, cui partecipano tutti i presenti, al termine della quale vengono messi in evidenza i seguenti punti, condivisi da tutti:
> la visione che Carlo del ruolo di portavoce non collima con quella che i partecipanti del meet up hanno
> la rilevanza degli argomenti non può essere decisa da un portavoce al parlamento – a patto che siano problematiche portate sul tappeto nelle riunioni locali, esaminate e riconosciute come meritevoli di attenzione da parte del meet up, oggetto di approfondimenti , studi, verifiche documentali e/o attività di accesso agli atti fino ad arrivare ad evidenziare in maniera chiara e documentata una criticità, la problematica derivate e la/le proposta/e del meet up al riguardo
> in ogni caso, le procedure di richiesta/ottenimento del logo così come prospettate da Carlo possono essere non compatibili con la tempistica , le esigenze e/o le scadenze temporali a livello locale – e se si è lavorato tanto è un peccato poi perdere delle occasioni per dare la giusta visibilità e fare informazione ai cittadini

Si ricorda che la richiesta di logo M5S per i banchetti sul problema autobus nasceva a seguito di quanto discusso nella riunione del 14/03 ­(vedi qui) e seguendo un percorso di assoluta e completa trasparenza tramite mail e PEC (oltre alle discussioni dul meet up ) a fronte delle quali non ci sono stati riscontri se non le discussioni verbali e telefoniche di cui si è detto sopra.

Preso atto di tutto ciò, si conviene che siamo ad un punto di evoluzione e di maturazione del gruppo in cui si può iniziare a lavorare in autonomia, costituendo una associazione culturale ad hoc. Tale soluzione non è sostitutiva del procedimento di richiesta logo M5S ma solo integrativa e di utilità pratica, in modo da avere la massima autonomia per le attività sul territorio e potere comunque utilizzare il logo M5S quando ciò sia possibile

Alla luce di tutto quanto sopra detto, si è deciso di procedere come di seguito
• proseguire come previsto con banchetti nei fine settimana dal 29 apriile in poi;
• verificare se altri portavoce sono disposti ad autorizzarci a usare il logo M5S
• avviare le procedure per la costituzione di una associazione culturale per avere maggiore indipendenza e versatilità

 

Resoconto riunione del 14/03/2017

A cura di : Mario T.

Ad inizio riunione e nell’attesa dell’arrivo di tutti i partecipanti, breve riepilogo delle più recenti attività con particolare riferimento all’incontro con l’associazione “salviamo la valle del Sabato”.

La riunione si apre con l’esposizione da parte di Mario della percezione di un disallineamento e una forte carenza di comunicazione e di operatività tra il meetup di Avellino ed i portavoce M5S sia in Regine che al Parlamento.
Al contrario di quel che accadeva fino più o meno al 2015, da qualche tempo in qua appare sempre più difficile riuscire a trasferire progetto ed istanze a i cittadini eletti nelle istituzioni affinchè le attività sul territorio abbiano seguito a livello istituzionale nelle forme di interrogazioni, interpellanze, OdG, disegni di legge ecc. – forme che, peraltro, fino a quello spartiacque pure venivano poste in essere.
L’analisi è stata condivisa e si è discusso anche come tale problematica sia stata riscontrata in vari episodi e in vari contesti , ed in particolare è stato rilevato come i portavoce in Regione non abbiano saputo metter in piedi alcun canale di comunicazione nonostante numerose richieste e varie sollecitazioni da parte non solo del gruppo di Avellino ma anche di altri Comuni Irpini.
Una volta condivisa tale analisi, si è passato a discutere la linea di azione da adottare per il futuro. La discussione è stata molto approfondita, con molti contributi da parte dei presenti, fino a raggiungere la seguente sintesi:
• il meetup di Avellino ritiene valido il modello di cittadinanza attiva, di partecipazione dal basso e di coinvolgimento diretto dei cittadini nelle istituzioni tramite propri portavoce come proposto nel progetto politico M5S
• il meetup di Avellino ritiene di dovere richiamare i propri portavoce alla propria funzione e seguirne in maniera più attenta e documentata l’attività, questo sia per garantire la funzionalità del modello sia per offrire ai portavoce stessi degli spunti di riflessione, per sostenerne la crescita della consapevolezze e maturità istituzionale e per supportarne l’operato
• sul piano pratico, si propone di gestire tutte le proposte e i progetti nella massima trasparenza e condivisione non solo nella fase di studio e di approfondimento a livello locale, ma anche e sopratutto nella fase di interfaccia e di dialogo con i portavoce nelle istituzioni dando puntuale e dettagliata rendicontazione pubblica di quanto viene fatto (o non fatto) dai portavoce stessi una volta che un documento , un progetto o una proposta vengono consegnati loro affinchè si attivino nelle sedi di appartenenza.

Al fine di mettere in pratica questo modello operativo, si sono discusse le attività da farsi nelle prossime settimane e individuati i seguenti appuntamenti:

fine settimana 25-26 marzo (il giorno è da definire): gazebo informativo, con particolare attenzione sulla questione stazionamento bus a Borgo Ferrovia

Fine settimana 21-23 aprile (il giorno è da definire): incontro pubblico ad Avellino per informare/comunicare sui rischi ambientali e le ricadute che l’inquinamento della valle del Sabato/nucleo Pianodardine provoca anche sull’area metropolitana del capoluogo

Per la preparazione del banchetto, nella corrente settimana si preparerà un comunicato stampa che sintetizzi le ultime novità (convenzione Coune-RFI; apertura viabilità antistante stazione bus Ni01) e illustri le proposte alternative conseguenti in luogo del perdurante stazionamento dei bus nel piazzale adiacente la scuola media di Borgo Ferrovia

Per la preparazione dell’incontro , si contatterà l’associazione Valle del Sabato per verificare se abbiano già incrociato i dati delle centraline di rilevamento presenti in Avellino città con quelli inerenti i dati meteo , e nel caso contribuire a questa elaborazione lavorando in collaborazione, il tutto per poter presentare ad Avellino una nuova serie di dati (oltre a quelli già disponibili e presentati in più incontri pubblici dall’associazione) che siano però focalizzati sull’area urbana di Avelino.

 

Il link del Meetup Avellino per approfondimento.

Resoconto riunione operativa del 13 febbraio 2017

Riunione con buona discussione e tempi rispettati. (A cura di Carmen B.)
Presenti: io, Mario T., Giuseppe C., Raffaele, Generoso, Tiziana e Fabrizio.

Sul primo punto iscritto all’odg: bus a Borgo Ferrovia…

Abbiamo deciso che, poiché l’ultima istanza è stata protocollata il 18 gennaio, prima del 18 febbraio è opportuno uscire con un cs per sollecitare l’amministrazione a risponderci e a fornirci i documenti richiesti.
Appena riesco a scriverlo, lo posto nella ­discussione e poi si invia.

Sul secondo punto iscritto all’odg: Stir e problema rifiuti…

Dopo aver ricapitolato le ultime vicende in merito (tra cui l’ok del Consiglio comunale di Avellino ad un eventuale ricorso al Tar contro l’ampliamento dello Stir e il dietro-front della Regione sul progetto) abbiamo deciso:
1. di sondare l’interesse generale e le nostre forze rispetto all’ipotesi di un evento da organizzare per diffondere e sostenere ad Avellino le attività svolte in questi anni dall’associazione Salviamo la Valle del Sabato (ipotesi che era venuta fuori dall’incontro con la stessa –> ­qui);
2. di lanciare, con un cs o in una conferenza stampa, una proposta alternativa di gestione dei rifiuti, recuperando un nostro “vecchio” progetto che mira a far tornare in capo ai Comuni il sistema di raccolta e trattamento della spazzatura;
3. di risollecitare i ns portavoce in Regione Campania a fornirci un quadro più chiaro e completo possibile su quel che si sta decidendo/discutendo a Napoli in merito al sistema di gestione dei rifiuti.

***
Integrate/modificate se necessario.

A presto per le novità! biggrin

Incontro del 18/01/17 con associazione salviamo la Valle del Sabato

Resoconto a cura di Mario T.

Incontro svlotosi presso il circolo AIMA con alcuni rappresentanti dell’associazione Salviamo la Valle del Sabato.

Il Dott. Franco Mazza ha fatto una rapida sintesi dello scopo dell’associazione e delle attività svolte, nonchè di quelle in corso e in programma.

In particolare, ci ha aggiornato sulla campagna di analisi che l’associazione sta portando avanti privatamente, consistente nell’esecuzione di prelievi e analisi di laboratorio sui terreni. Queste analisi sono effettuate grazie alle raccolte fondi che l’associazione realizza, quindi sono autofinanziate, e stanno rivelando presenza di componenti chimici pericolosi con valori sopra soglia.
La campagna è in corso e tutti sono benvenuti a contribuire
Per quanto riguarda il progetto di ampliamento/modifica/trasformazione dello STIR, l’associazione ritiene anche sulla scorta dei dati raccolti che sia sconsigliabile in quanto l’ambiente è già fortemente inquinato a causa della situazione cosi com’è e pertanto ogni progetto del genere non può essere messo in pratica se non previa una bonifica e/o regolarizzazione dello stato di fatto.
Al fine di sensibilizzare le amministrazione sul tema e chiamarle a prendere posizioni apertamente qualora contrari al progetto di modifica dello STIR – come già fatto con apposite delibere dai comuni di Atripalda e Montefredane – l’associazione ha indetto un pubblico incontro il giorno 29/01 alla biblioteca “Cassese” ad Atripalda, e ovviamente l’invito è esteso a tutti .

La discussione è proseguita esaminando la recente novità , derivante dalla pubblicazione sul BURC del 18/01/2017 della graduatoria dei progetti finanziati nell’ambito dei fondi di rotazione POC.
In altre parole, si tratta di un meccanismo attivato dalla Regione per consentire ai comuni di avere la disponibilità di fondi finalizzati allo sviluppo e la redazione di progetti esecutivi, da realizzarsi poi attingendo ai fondi POR-FESR 2017-2020.
In tale classifica al n° 66 ( con la certezza quindi di essere finanziato) c’è un progetto proposto dal comune di Avellino finalizzato al monitoraggio della Valle del Sabato, probabilmente proposta a seguito dell’attività di sensibilizzazione da noi svolta lo scorso febbraio 2016 sull’assessore Ing. Penna.

Si è infine esaminata la opportunità di ampliare la conoscenza e la partecipazione alle attività dell’associazione anche ad Avellino. In tal senso , si è ipotizzata l’organizzazione di un evento da tenersi ad Avellino nel prossimo mese di febbraio in cui discutere di questo progetto di monitoraggio della valle dle Sabato, mettendo a disposizione i dati raccolti dall’associazione e chiedendo alle istituzione un coinvolgimento come portatori di interesse

Il link del Meetup Avellino per aggiornamenti

Resoconto riunione operativa del 12 gennaio 2017

Riunione con una buona discussione e soprattutto tempi rispettati! wink ( A cura di Carmen B.)

Presenti: io, Tiziana, Antonio, Mario T., Antonello, Patrizia, Fabrizio, Maria e Generoso.

Sul primo punto iscritto all’odg: Stir
E’ stato deciso di fare un altro tentativo con il ns portavoce in Consiglio regionale Vincenzo Viglione affinché presenti l’interrogazione in Regione. Intanto, procederemo ad organizzare un incontro con l’associazione Salviamo la Valle del Sabato.

Sul secondo punto iscritto all’odg: Bus a Borgo ferrovia
La prossima settimana protocolleremo una nuova richiesta di accesso alla nota dirigenziale cui si fa cenno nella risposta ricevuta. Intanto, oggi inviamo un cs riguardante un convegno sulle questioni urbanistiche che si tiene in città nel pomeriggio.

Chi vuole può correggere/integrare.

A presto per le novità! biggrin

il link del Meetup Avellino per aggiornamenti

Resoconto riunione di aggiornamento stazionamento bus in borgo Ferrovia del 18 agosto 2016

Riunione operativa alla presenza di Mario, Carmen, Generoso, Fabrizio, Piero, Antonio. (A Cura di Clemente Antonio O…)
Facendo seguito alla discussione sul tema in oggetto (-> http://goo.gl/daOY0P…­) sviluppata sul Mu (-> http://goo.gl/P0PjVN)…­, è stato concordato di produrre una richiesta di accesso/visione degli atti relativi alla procedura adottata e di incontro/chiarimento con gli assessori competenti. Richiesta (-> caricata nella sez. file) che sarà protocollata all’inizio della prossima settimana e di cui sarà dato conto alla città mediante cs.
In base alla risposta (o alla sua mancanza da parte) dell’amministrazione, saranno organizzate successive azioni.