PARTE LA CAMPAGNA #M5SACASATUA – INVITA I TUOI CONDOMINI!

Prende il via sabato 27 gennaio la campagna #M5SaCasaTua. Roberto Fico, Valeria Ciarambino e Marì Muscarà incontreranno condomini, vicini e amici del Signor Franco che ha deciso di aprire le porte della sua abitazione per aiutare a diffondere il programma M5S per la qualità della vita degli italiani.

Vuoi organizzare un incontro a casa tua? Parlamentari, consiglieri e portavoce sono pronti a raggiungerti. Invia una mail a rallycampania@gmail.com, specificando il luogo dell’abitazione e il numero di condomini e amici che parteciperanno all’iniziativa.

Comunali, lista certificata Movimento 5 Stelle a Monteforte Irpino

“Sono molto contento – commenta il parlamentare 5 Stelle – che uno dei Comuni più importanti della provincia di Avellino abbia messo in campo, per le imminenti amministrative, un gruppo di persone oneste e competenti. Nessun condannato o indagato né tanto meno politici di mestiere o aspiranti tali.

Solo uomini e donne innamorati del proprio territorio, pronti a dare un contributo per la rinascita del paese. Il programma, innovativo e partecipato, è il nostro punto di forza. Molte le linee di intervento definite per il benessere della gente, dalla trasparenza del bilancio comunale allo stop al consumo di suolo, dalla salvaguardia dell’agricoltura ai servizi al cittadino, dalla tutela dell’ambiente naturale al rilancio della cultura. Tutto nell’interesse della gente. E’ tempo di chiudere con il passato e di aprire una nuova fase. Con facce nuove e pulite”. (Carlo Sibilia)

La lista certificata del Movimento 5 Stelle di Monteforte irpino, che propone come candidato alla carica di sindaco Paolo De Falco insieme ad una squadra composta da 16 cittadini, sarà presentata dal deputato Carlo Sibilia in una conferenza stampa che si terrà giovedì 21 aprile alle ore 11 presso il bar Abacab in via Nazionale n. 32.

Regionali, il M5S ringrazia gli elettori.

Comunicato Stampa.

«Con queste elezioni Regionali il M5S ha fatto un notevole passo in avanti, tanto in Campania quanto in Irpinia. Il dato delle Regionali del 2010 si attestava intorno all’ 1,3% ed in queste invece è quasi al 13. Decuplicare i consensi in un arco di tempo relativamente breve è senz’altro frutto della concretezza delle nostre proposte quali il Microcredito ed il Reddito di Cittadinanza avvertite ormai come delle necessità da gran parte della popolazione».

Lo afferma in un comunicato il Meetup Avellino che continua: «Crediamo anche però, che i candidati irpini del M5S Luca Carosella, Maria Pallini, Tiziana Guidi e Vincenzo Ciampi, abbiano saputo ben rappresentare quel voler “fare comunità” e quei valori in cui crediamo affrontando una campagna elettorale sempre in mezzo alla gente, affiancati dal nostro portavoce in Parlamento Carlo Sibilia. Scelti liberamente attraverso le primarie on-line i quattro candidati hanno battuto insieme i Paesi dell’ Irpinia, supportandosi a vicenda, ben lontani dal consueto “cannibalismo” che vede svilupparsi, all’interno delle liste, guerre fratricide. Crediamo che questo stile diverso sia stato fortemente recepito dagli irpini, che cominciano a vedere nel M5S proposte concrete ed un idea di politica intesa con spirito di servizio e non come strumento di tornaconto personale. Ringraziamo per tanto tutti coloro che ci hanno sostenuto invitandoli a fare un ulteriore passo nella partecipazione, prendendo parte attiva nelle nostre future attività».

 

grazie

Scrutatori, Sibilia : precedenza ai disoccupati

Comunicato stampa.

Protocollata ieri mattina a Palazzo di Città l’istanza firmata dal deputato del Movimento 5 Stelle, Carlo Sibilia, e dagli attivisti del Meet up “Amici di Beppe Grillo” di Avellino, con cui si chiede al sindaco Paolo Foti e alla Commissione elettorale di adottare come requisito prioritario per la nomina degli scrutatori impegnati nella tornata elettorale di maggio la condizione di disoccupazione/inoccupazione.

La stessa sollecitazione è stata inviata oggi a tutte le altre amministrazioni comunali della provincia di Avellino.

“L’attuale crisi economica ed occupazionale ha investito in modo drammatico anche il nostro territorio creando forti disagi sociali tra i cittadini – dichiarano gli attivisti – per cui le istituzioni locali dovrebbero rivolgere nei confronti delle categorie disagiate tutte le attenzioni possibili per scongiurare, ove possibile, notevoli sofferenze di natura economica e sociale. Per le prossime elezioni regionali ogni Comune si avvarrà della collaborazione di scrutatori di seggio, a cui è corrisposta un’indennità in denaro, individuati tra gli iscritti nell’apposito albo, ma la normativa dà ampia discrezionalità alla commissione elettorale nella formazione delle graduatorie”.

“Per questo – continuano – chiediamo che siano preferiti coloro che versano in una condizione di disoccupazione/inoccupazione. Per dare seguito a questa proposta, il Comune dovrebbe pubblicare un avviso con il quale s’invitano gli iscritti nell’albo degli scrutatori a produrre un’autocertificazione relativa al proprio stato di disoccupazione/inoccupazione. L’amministrazione comunale effettuerà i controlli su tale stato, incrociando i dati raccolti con quelli del Centro per l’Impiego, e si impegnerà a nominare non più di un membro per nucleo familiare che sia in difficoltà”.

“La nostra proposta prevede che, nel caso in cui il numero degli scrutatori dichiaratosi disoccupato/inoccupato sia superiore a quello necessario per i seggi, l’amministrazione preferirà nell’ordine i soggetti che versano nello stato di disoccupazione/inoccupazione da maggior tempo; nel caso in cui sia inferiore, si procederà alla nomina dei restanti scrutatori attraverso il metodo del sorteggio casuale degli iscritti all’albo, a maggior garanzia della trasparenza e della correttezza delle operazioni elettorali. Inoltre – concludono gli attivisti – auspichiamo che quelli che verranno selezionati per la prossima tornata non saranno selezionati per quella successiva, al fine di agevolare una rotazione tra gli iscritti, soprattutto tra quelli che versino in condizione di disagio”.

“Mi auguro che il sindaco di Avellino Foti come gli altri in Irpinia prendano a modello non tanto e non solo l’esempio della Toscana – commenta il parlamentare Sibilia – quanto piuttosto quello dei primi cittadini di Fontanarosa e di Montecalvo che hanno già scelto questa modalità di individuazione degli scrutatori a dimostrazione del fatto che tutto si può fare se si hanno a cuore le necessità della gente”

Il link per scaricare  ­l’istanza inviata per PEC a tutte le altre amministrazioni della provincia di Avellino

——————————————————————————————————————————————–

[youtube id=”0ZZOh0ojqWA” width=”600″ height=”350″]

 

 

M5S, incontro in città tra parlamentari e candidati alle regionali

Comunicato  stampa.

“Dopo aver concluso le Regionalie, le nostre primarie on line, attraverso le quali i cittadini campani, con grande entusiasmo e partecipazione, hanno potuto scegliere i candidati al Consiglio e alla Presidenza della Campania per il Movimento 5 Stelle, sabato 7 febbraio presso il Centro Sociale Samantha della Porta di Avellino, dalle ore 11 alle 14, i parlamentari campani e tutti i componenti della lista daranno vita al primo incontro operativo in vista delle prossime elezioni di primavera”. Così il deputato Carlo Sibilia, che ne spiega le finalità. “L’intento primario – dichiara il portavoce avellinese – è di condividere alcune modalità in vista dell’imminente campagna elettorale alla quale gli eletti 5 Stelle al Senato e alla Camera non faranno di certo mancare il dovuto apporto”.
“Ad oggi – continua il portavoce irpino – siamo i primi in assoluto ad aver definito, attraverso una trasparente consultazione on line, il candidato Presidente e gli aspiranti consiglieri espressione delle varie province campane. Mentre i partiti come il Pd ancora non hanno deciso se passare attraverso le primarie o calare dall’alto con nomine personalistiche i propri rappresentanti, il Movimento 5 Stelle lavora alla realizzazione di un progetto ampio e condiviso su tematiche specifiche e territoriali, oltre ad avere già assunto l’impegno di restituire alla Regione parte dello stipendio da consiglieri e di rinunciare ai rimborsi elettorali”. Entrando nel merito dell’incontro che sarà preceduto da un briefing con gli organi di informazione in programma alle ore 10.30, Sibilia spiega che “sarà l’occasione buona per avviare una prima sintesi sul lavoro dei vari gruppi tematici istituiti nei territori e per lanciare tre iniziative ideate in collaborazione con il gruppo attivo del Meetup di Avellino”.

Presidente M5S

Il Movimento 5 Stelle sancisce la presenza di una grande innovazione nel panorama politico. Questa innovazione ha un nome e cognome: si chiama RETE.

Nessuna forza politica al mondo può vantare un rapporto così diretto con chi vuole partecipare alla vita politica.

Questo metodo ci ha permesso di adottare 5 deputati del PD, inascoltati nel proprio partito, che da noi hanno ricevuto attenzione.

Ciò dimostra che con questo metodo si va oltre l’appartenenza politica ed ognuno cittadino si fa Stato. Perché il presidente della Repubblica non è “cosa nostra”, ma è profilo di persona deve tutelare bene comune.

Questa è una fase nelle quale dobbiamo trasferire le informazioni, le nostre esperienze alla rete per consentire un voto consapevole.

Da un lato c’è il sogno e i profili che possiamo incontrare su questa strada sono tanti: Ferdinando ‪#‎Imposimato‬ (Di Matteo, Cantone, Davigo, Lannutti, Carlassare )

Ma, dalla mia percezione personale, ciò non scalfirà il patto tra Berlusconi e Renzi.

Dall’altro lato se vogliamo pensare ad una serie di opzioni che facciano traballare questo accordo politico/finanziario/mafioso/massonico può venire in mente Prodi, Bersani o ‪#‎Cofferati‬ o altri.

Sono felice che la rete possa avere tutte le possibilità di partecipare e attraverso l’intelligenza collettiva in maniera trasparente fare la scelta migliore per il nostro paese.  (Carlo Sibilia)

Continuano ad omologarci, ma ora vi spiego perché non si può.

Il Movimento 5 Stelle non si presta a giochetti o trame da sottobosco sui giornali.

Il Movimento 5 Stelle fa le scelte in maniera limpida e trasparente perché è fatto di persone oneste che non seguono dei tornaconti personali. E gli stessi principi ci animeranno nella scelta del successore di Napolitano.

Oggi Repubblica inventa un titolo che mi attribuisce la frase “Niente preclusioni. Stavolta valuteremo anche i politici”. Frase mai pronunciata.

Perché le preclusioni invece ci sono: riguardano tutti quei politici che hanno distrutto questo Paese negli ultimi vent’anni.

E’ così deprecabile voler vivere in un paese dove non sia importante il nome, ma le GARANZIE che la persona dovrà avere?
Uno che non firmi qualsiasi cosa e non sia servo dei poteri forti.

Un presidente garante della Costituzione e servitore della volontà popolare.

Per questo suggerisco a tutti i giornalisti di evitare di estorcere frasi o interpretare pensieri. Lo dico per voi, così minate la vostra credibilità non certo la nostra.

Riguardo ai dettagli e ai tempi del metodo che useremo per coinvolgere la rete sappiate tutti che quando avremo deciso il percorso tutti insieme, sarà nostro interesse divulgarlo al meglio. Del resto siamo l’unica forza che ha nel proprio dna il rifiuto dei giochi di palazzo e come proprio cardine la trasparenza e il coinvolgimento dei cittadini in maniera più ampia possibile.

Siamo gli unici a poter dare garanzia su questo.

Se proprio dovete scrivere un articolo su di noi in questi giorni parlate delle battaglie che stiamo portando avanti per far pagare meno tasse ai cittadini, per uscire dalla gabbia monetaria dell’euro e del reddito di cittadinanza.

Rinnovate il Paese partendo da ciò che comunicate al Paese. Mettetelo tra i buoni propositi del 2015  (Carlo Sibilia)

CampaniaTour 10/05/2014 Avellino – foto e video –

Grazie ai parlamentari campani, ai candidati alle europee, ai gruppi irpini, a tutti gli attivisti provenienti dalla regione, al Meet up di Avellino e ai tantissimi cittadini che hanno partecipato oggi…

Grazie di cuore! Uniti ‪#‎vinciamonoi‬

 

[youtube id=”TjdqcNboBRU” width=”600″ height=”350″]

Nomina scrutatori, richiesta di spiegazioni

Comunicato stampa.

Il Movimento 5 Stelle di Avellino, circa un mese fa, chiedeva al Comune che la nomina degli scrutatori, per le prossime elezioni europee, tenesse in considerazione lo stato di disoccupazione di chi avesse presentato la domanda. In un momento difficile come quello che stiamo vivendo, abbiamo creduto potesse essere un gesto giusto quello di dare priorità alle tante persone che non hanno un’ occupazione. Nessuno deve restare indietro, chi ha bisogno deve essere aiutato. In un successivo colloquio, il Presidente del Consiglio ci risponde che privilegiare i disoccupati poteva essere considerato una discriminazione nei confronti degli altri cittadini. Ad oggi, mentre apprendiamo che la nomina è avvenuta senza tenere in considerazione una proposta dettata dal semplice buon senso, il Movimento 5 Stelle attende ancora una spiegazione. Vorremmo capire, secondo quale normativa, dare la precedenza a chi ne ha più bisogno, possa essere considerato discriminatorio

Avellino, li 07 maggio 2014

Scrutatori disoccupati, ancora in attesa di risposta dal Comune di Avellino

Comunicato Stampa.

Avellino, 18 aprile 2014

Il Movimento 5 Stelle di Avellino, in vista delle prossime elezioni europee e considerata la situazione di crisi economica e sociale che investe anche la nostra città, ha richiesto al Comune di Avellino, con istanza presentata venerdì scorso, che si privileggiassero, nella selezioni degli scrutatori, i cittadini in stato documentato di disoccupazione. Molti altri Comuni in Italia, su sollecitazione dei Meetup locali, hanno dato disponibilità ad attivarsi in tal senso. Il 15 aprile, nell’incontro tra gli attivisti avellinesi e il Presidente del Consiglio comunale Petitto è stata fatta presente, insieme ad altre, anche questa questione, allora ancora non arrivata sulla sua scrivania. Petitto, pur esprimendo parere positivo nei confronti dell’ iniziativa, ha però ribadito che privilegiare i disoccupati costituiva di fatto una discriminazione, lasciando intendere un esito negativo della richiesta presentata. Il Movimento 5 Stelle di Avellino, ad oggi, è ancora in attesa di una risposta ufficiale, che motivi quella anticipata da Petitto, permettendo ai cittadini di comprendere in dettaglio le motivazioni di tale scelta. Se l’amministrazione dovesse infatti confermare quanto dichiarato dal Presidente del Consiglio, ci troveremmo davanti ad un Comune che ritiene discriminante aiutare e dare la precedenza a chi ne ha più bisogno.

Il gruppo Meetup – M5S di Avellino