Parma: cari giornalisti, aprite gli occhi!

By Redazione MoVimento Avellino 5 Stelle 10 anni agoNo Comments
Home  /  Blog  /  Parma: cari giornalisti, aprite gli occhi!

Dopo ogni elezione amministrativa ogni sindaco di ogni comune d’Italia è chiamato a fare una serie di scelte per formare la sua “squadra” di assessori e collaboratori e , indipendentemente da quanto abbia dichiarato o promesso in campagna elettorale, dovrà fare o subire delle pressioni che a volte vanno in direzione contrastante o addirittura contraria con la linea tenuta in precedenza.

Questa fase comporta infatti un confronto tra il neo-sindaco e le esigenze dei partiti di riferimento della coalizione, delle realtà locali, del mondo imprenditoriale ed in generale con tutti i poteri locali – quando non addirittura delle indicazioni espresse dalla criminalità organizzata, cosa sempre più comune in molti comuni sia al nord che al sud del Paese.

Questa trafila , più o meno delicata che sia, viene regolarmente posta in essere da ogni sindaco eletto in ogni comune d’Italia.

Che stia avvenendo anche a Parma, quindi, non dovrebbe destare alcuna meraviglia. Se si trattasse solo di questo, infatti, si tratterebbe di una non-notizia o , per usare una immagine ormai diventata d’uso corrente, è un cane che morde un uomo.

Eppure il triangolo Pizzarotti-Tavolazzi-beppegrillo.it ha conquistato l’onore della cronaca e tutti i giornali ne parlano a paginate intere.

Nessuno,  però,  ha finora  centrato il cuore della notizia, il fatto inedito, l’aspetto sconvolgente, l’uomo che morde il cane, in una parola: lo scoop.

Sarà l’abitudine o la pigrizia , o forse una forma mentis ormai talmente consolidata nel cervello dei giornalisti da non poter essere più scardinata neanche da un fatto così eclatante e evidente da essere sotto gli occhi di tutti – eppure nessun cronista o commentatore ne parla.

Mi riferisco al fatto che per la prima volta nella storia del nostro paese l’iter che porterà il neo-eletto sindaco di Parma Federico Pizzarotti a definire la propria “squadra” sta avvenendo in maniera completamente e assolutamente pubblica e trasparente.

Le ultime amministrative hanno riguardato 941 comuni (dico: novecentoquarantuno) e in questi giorni in 941 città e cittadine d’Italia sono febbrilmente in corso  riunioni, incontri, dibattiti e accordi per definire i 941 gruppi di lavoro che dovranno amministrare i 941 comuni.

Tutto questo avviene sottovoce, a porte chiuse, nell’ambito di incontri tra persone sceltissime, sul filo di numerosissime telefonate che in questi giorni si stanno incrociando freneticamente , con i sindaci e i rispettivi collaboratori che debbono stare attentissimi a ogni minimo segnale e ogni minima notizia proveniente da una parte o dall’altra.

Tutto questo avviene in 941 comuni Italiani, tranne quattro.

Tranne che per 4 (dico: quattro) comuni italiani, sfido infatti qualunque cittadino residente in uno qualunque dei restanti 937 comuni a chiedere pubblicamente contezza al sindaco neo-eletto delle scelte fatte o in corso di definizione per la definizione dei propri collaboratori , della propria “squadra”

A Comacchio, Mira , Parma e Sarego, invece, non solo qualunque cittadino può rivolgersi al proprio sindaco e discutere con lui apertamente e serenamente delle scelte fatte o in corso di definizione, ma addirittura ogni cittadino italiano che abbia voglia di partecipare a questo dibattito può collegarsi a un sito internet, entrare in un forum e dire la propria al riguardo.

Nonostante questo fatto epocale e rivoluzionario, i giornalisti continuano a parlare di un cane che morde un uomo. Tutti i giornalisti.

Cari giornalisti, andate pure avanti così  ma poi non meravigliatevi se anche voi veniate più o meno gentilmente invitati ad occuparvi d’altro e a lasciare che i cittadini possano lavorare in santa pace per risolvere i problemi della propria comunità.

Mario Tomasone

Category:
  Blog
this post was shared 0 times
 000
About

 Redazione MoVimento Avellino 5 Stelle

  (443 articles)

Leave a Reply

Your email address will not be published.