2+2 la matematica non è un’opinione.

By Carlo Sibilia 8 anni agoNo Comments
Home  /  Carlo Sibilia  /  2+2 la matematica non è un’opinione.

In un Paese dove ormai la Verità è diventata un optional, anch’io “ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso” (Isaac Asimov). Ed ecco il caso: il governo attuale nasce su una maggioranza “creata” in Parlamento e che si fa forte del numero degli elettori che hanno votato, lo scorso febbraio 2013, i partiti grazie ai quali è nato il governo Letta. Ma, mi sono preoccupato, per amore di Verità, di andare a rivederne i numeri. Cominciamo con il centro sinistra: a febbraio 2013 la coalizione del centro sinistra riportò un successo elettorale pari 10.049.393 di voti, ma oggi questi voti non sono più gli stessi, dato che il partito di SEL sta all’opposizione. Pertanto il governo Letta – al momento della sua nascita – poteva vantare una credibilità, in termini di consenso, pari a 8.960.162 voti (prodotto della differenza matematica), più i 2.823.842 di voti ottenuti dal partito di Scelta Civica, sommabili, infine ai 7.332.134 voti ottenuti dal PDL (ricordiamo qui che gli altri partiti della colazione del centro destra, Lega in testa e Fratelli d’Italia a seguire – stando almeno alle loro dichiarazioni, -contribuirebbero a serrare i ranghi dell’opposizione … infatti al numero totale degli elettori della coalizione del centro destra, ovvero 9.923.600, vanno sottratti 2.601.466 di voti, ovvero quelli riferibili, per l’appunto, a partiti e/o movimenti non appartenenti alla maggioranza). In questo modo il governo arriverebbe a vantare una solida base di elettorato – matematicamente parlando – pari a ben 19.116.138 di voti. Una bel consenso … non c’è che dire! Ma … come in tutte le storie che si rispettino (o forse no) c’è sempre un MA! Adesso che il PDL (con i suoi 7.332.134 di voti) è fuori dalla maggioranza (e quindi – gioco forza – all’opposizione) la base elettorale del governo scende al considerevole consenso di ben 11.784.004 di voti! Ma direte voi … non tutto il PDL è fuori dalla maggioranza. Adesso, dalla spaccatura del PDL in nuova Forza Italia e Ncd, si ripropone la necessità di un nuovo conteggio dei voti del PDL. Ed ecco che anche qui ci soccorre in aiuto la matematica …. Almeno per cercare di stabilire quel minimo di Verità, il cui significato sembra stia ormai scomparendo. Così, tenuto conto che i parlamentari appartenenti al nuovissimo partito Ncd – alla Camera – sono ben 29 e che i parlamentari dell’ancora più nuovo partito di Forza Italia (sempre alla Camera) sono 67, dividendo i 7.332.134 di voti per la somma dei parlamentari dei due nuovi partiti (nati dalle ceneri del vecchio PDL) che è 96 e moltiplicando per il numero dei parlamentari dei rispettivi schieramenti si avrà che oggi, Ncd può contare su una base elettorale (virtuale) di 2.214.915 di votanti, mentre la nuova Forza Italia su ben 5.117.218 elettori. Riassumendo: oggi il governo ha una base di consenso pari a 11.784.004 di elettori, mentre l’opposizione (dato che la nuova Forza Italia è all’opposizione) può contare su un numero molto più consistente di elettori, ovvero ben 16.288.389, la cui somma è corrispondente solo ai partiti e/o MoVimenti, per l’appunto, all’opposizione (quindi il M5S, ovvero il primo partito, nuova Forza Italia, Lega e SEL …. ). In tutto ciò non sono stati conteggiati i voti ottenuti dai partiti minori (molti dei quali peraltro non rappresentati in Parlamento). Quindi … che dire? … I dati e la matematica NON MENTONO!!! Non mentono e non possono mentire neanche in un Paese come l’Italia, dove oggi c’è un governo con una base di consenso popolare di 13.998.919 di elettori e un’opposizione con una base elettorale che supera di ben 2.289.470 di votanti quella della maggioranza di governo. In pratica, la minoranza degli elettori è al governo e la maggioranza degli elettori è all’opposizione. … ah, dimenticavo … speriamo che i giornali e le TV sappiano almeno contare!  (Carlo Sibilia- Liberamente ispirato da un messaggio di Angelo Casto M5S Nettuno)

 

Category:
  Carlo Sibilia
this post was shared 0 times
 000
About

 Carlo Sibilia

  (65 articles)

Seguo il blog di Grillo dalla messa in rete e mi sono avvicinato al meetup subito dopo il primo Vday. Ho visto nei metodi qualcosa di concreto che non avevo mai visto prima. Ad oggi ho seguito un pò tutte le evoluzioni da meetup a movimento con il quale sono stato candidato alla regione campania nel 2010. la consapevolezza di essere cittadini e uniti cresce. Si può fare!

Leave a Reply

Your email address will not be published.