Farage o non Farage… questo è il problema ?

By Carlo Sibilia 8 anni agoNo Comments
Home  /  Carlo Sibilia  /  Farage o non Farage… questo è il problema ?

 

Alzi la mano chi, prima di due giorni fa, aveva mai sentito parlare di Nigel Farage.
Una percentuale molto bassa d’italiani sicuramente.
Nonostante Nigel Farage sia un parlamentare europeo, sia uno dei politici britannici più influenti, sia uno dei pochi politici coerenti da sempre all’abolizione di certi trattati europei e, tra le altre cose, il 6 maggio 2010 è rimasto anche vittima di un incidente aereo, fortunatamente non letale.
Quindi ci sarebbero state decine di occasioni per parlare di lui.
Quindi già questo interesse del tutto improvviso della stampa italiana per questo leader politico dovrebbe destare un minimo di stupore.
Farage non nasce dal nulla e, soprattutto, non nasce due giorni fa. Sarebbe triste se la stampa italiana se ne occupasse soltanto per il principio del “l’amico del mio nemico…è mio nemico”.
Il partito dello UKIP ha totalizzato il 31% alle urne nel Regno Unito, poco meno del PD di Renzi. Merita pertanto un adeguato rispetto.
Bollare Farage come xenofobo, fascista, razzista (ne ho davvero lette di tutti i colori) lo trovo semplicemente irresponsabile. Questo significherebbe anche non rispettare i milioni di Britannici che gli hanno dato fiducia. Sarebbe razzista.
Lo UKIP di Farage semplicemente non è del PPE, una democrazia cristiana un po’ a destra e pro Merkel. Non è del PSE, una democrazia cristina un po’ a sinistra e pro Merkel. E’ semplicemente diverso perché parte di un altro gruppo cioè l’EFD, acronimo che sta per Gruppo Europeo della Libertà e della Democrazia. E’ semplicemente diverso rispetto al partito unico pro-Merkel.
Chi ha paura del diverso è il vero xenofobo.
L’ Europa sta cambiando. Si stanno spostando certi equilibri. E’ bene che lo si comprenda il più presto possibile. Una Unione fatta di imposizioni finanziarie in favore della sola Germania non è la strada giusta.
E sventolare di volta in volta lo spauracchio del fascismo o del comunismo per etichettare qualcuno che vede la strada politica in maniera diversa da quella attuale è da irresponsabili.
Le battaglie dello UKIP sono a difesa delle sovranità nazionali. Anche il Movimento 5 Stelle difende le sovranità nazionali. Quindi non vedo proprio nessuno scandalo nel parlarsi, nel dialogare.
Noi abbiamo i nostri 7 punti e quelli saranno il faro, i nostri principi, esattamente come i 20 punti sono stati e sono il faro nel parlamento italiano.
E poi fare alleanze al parlamento europeo non è giocare al teatrino delle “maggioranze a convenienza”. Come in Italia fanno benissimo alcuni partiti che si alleano solo per spartirsi le poltrone.
Il M5S resterà coerente a quei 7 punti qualsiasi sia l’alleanza che si concretizzi. Rileggete questa frase.
E poi ci avete sempre criticato perché non dialoghiamo, ora che dialoghiamo ci criticate lo stesso?. Allora dite che bisogna dialogare solo con chi decidete voi…almeno ci si sbriga prima.
Il Movimento 5 Stelle è post-ideologico.
Confrontiamoci, non offendeteci. Solo così miglioreremo, non solo come gruppo, ma come paese intero.

( Carlo Sibilia )

[youtube id=”VdBGOry6tAw” width=”600″ height=”350″]

 

 


 

Category:
  Carlo Sibilia
this post was shared 0 times
 000
About

 Carlo Sibilia

  (65 articles)

Seguo il blog di Grillo dalla messa in rete e mi sono avvicinato al meetup subito dopo il primo Vday. Ho visto nei metodi qualcosa di concreto che non avevo mai visto prima. Ad oggi ho seguito un pò tutte le evoluzioni da meetup a movimento con il quale sono stato candidato alla regione campania nel 2010. la consapevolezza di essere cittadini e uniti cresce. Si può fare!

Leave a Reply

Your email address will not be published.